Kyrgios perfetto, vince la battaglia d’artiglieria con Medvedev e porta a casa il Citi Open

0

Nick Kyrgios corona una settimana fantastica a conquista a Washington il suo secondo torneo stagionale (il sesto in carriera), dopo la vittoria nell’Atp 500 di Acapulco. Il Citi Open2019 è del bad doy, che annienta Daniil Medvedev con un doppio 7-6 e dimostra, ancora una volta, che la frase “quando vuole se la può giocare con tutti” è tutt’altro che una frase fatta.

Un primo set equilibratissimo in cui a dominare, letteralmente, sono i rispettivi servizi. Di palle break neanche l’ombra, sei punti per il russo durante i turni di battuta dell’avversario, addirittura solo uno per l’australiano nella situazione inversa. A preoccupare sono più che altro le condizioni della schiena di Nick, continuamente sollecitata con esercizi di richiamo durante i cambi campo.

Si arriva al tie-break e cambia tutto. Kyrgios sembra perdere concretezza al servizio e va sotto di due mini-break. Sembra il colpo del ko, ma l’australiano rientra, anche a causa di un insolito “braccino” dell’avversario, recupera i due mini-break e chiude 8-6 alla prima occasione utile.

Il secondo set riprende sulla falsariga del primo. Strapotere al servizio per entrambi, con Nick che ci mette qualche spettacolare (ed efficace) colpo in tweener per rendere più piccante il gioco per chi sta sugli spalti della capitale americana e chi, come noi, si sta gustando da casa questa battaglia d’artiglieria pesante. Sul 4 pari arriva il primo 0-30 della partita, ed è in favore dell’australiano. Ma il russo recupera affidandosi soprattutto al suo solidissimo rovescio.

E’ ancora tie-bresk ed è ancora Kyrgios, che questa voltra chiude 7-4. Il punto finale è una replica delle ultime vittorie, con l’australiano che chiede al pubblico dove servire. E’ vero, a volte esagera, a volte passa troppo facilmente dalla parte del torto, ma un Nick così è davvero un patrimonio che il tennis mondiale non può permettersi di sprecare.

Share.

Leave A Reply