Alcuni buoni motivi per cui non dovresti assolutamente perderti le semifinali di Pechino

0

Vanno in scena questa mattina le due semifinali del torneo Atp 500 di Pechino, quello che, insieme a Tokyo, precede di una settimana il Masters 1000 di Shanghai che chiude lo swing asiatico.

Quest’anno, a differenza di Tokyo, dove c’è già un vincitore annunciato (Novak Djokovic) il torneo nella capitale cinese sta suscitando particolare interesse. Interesse che culminerà con due semifinali belle, toste, da seguire.

Perché vale la pena gustarsi le due semifinali

Intanto cominciato dal dire quali siano queste partite. La semi della parte alta del tabellone è quella tra Dominc Thiem e Karen Khachanov, quella della parte bassa vedrà contrapposti Stefanos Tsitsipas e Alexander Zverev.

Il primo motivo di interesse è che – cosa che succede molto raramente anche negli Slam – si tratta delle prime quattro teste di serie del torneo. Thiem numero 1, Zverev numero 2, Tsitsipas numero 3 e Khachanov numero 4. Il meglio, insomma, che questo torneo avesse da offrire.

Il secondo motivo è che sono entrambe partite dall’esito tutt’altro che scontato. Thiem parte favorito contro Khachanov ma il russo numero due (dietro a Medvedev) è capace di tirare fuori dal cilindro partite perfette. Tsitsipas-Zverev è un derby tra talentuosi e problematici golden boy (o presunti tali) in cui è impossibile fare pronostici.

Il terzo motivo è che stiamo parlando di una quadro di semifinali che potrebbe rappresentare un antipasto di ciò che potrebbe succedere molti Slam da qui a pochissimi anni, quando finirà l’era dei Big Three. Questi quattro, insieme a Medvedev, speriamo al nostro Berrettini, ad Auger-Aliassime e pochi altri, arriveranno in fondo a molti Major nei prossimi anni.

Il quarto motivo riprende un po’ il secondo punto e riguarda specificatamente la semi Tsitsipas-Zverev. Tra i due non c’è feeling. Stiamo parlando di due dei più papabili futuri numeri 1 del mondo (o quantomeno due che non hanno mai nascosto che questo è il loro obiettivo) che non si amano per niente (per usare un eufemismo).

Tutti gli ingredienti giusti per mettersi davanti al televisore alle 10,30 e alle 15,00.

Share.

Leave A Reply