Ecco chi sarà il Re degli Slam tra Roger, Rafa e Nole (secondo i lettori di Tennis Fever)

0

Sarà Rafael Nadal il tennista che a fine carriera avrà vinto più titoli del Grande Slam. E’ questo il risultato del sondaggio che noi di Tennis Fever abbiamo sottoposto ai nostri lettori. Su una platea di oltre 400 votanti, questi i risultati:

Roger Federer 23%
Rafael Nadal 42%
Novak Djokovic 27%
Impossibile fare previsioni per l’8% dei votanti

I risultati del sondaggio di Tennis Fever su chi vincerà più Slam tra Federer, Nadal e Djokovic

Dei tre grandi, Roger Federer è quello che ora guida la classifica, con 20 Major vinti. Sulla carta l’età è il suo tallone d’achille. Ma al momento i suoi 38 anni non gli hanno impedito di arrivare, per esempio, a giocarsi la finale di Wimbledon contro Nole al quinto set con due Championships Point gettati alle ortiche. Un’occasione buttata, certo, ma anche la dimostrazione che fisicamente lo svizzero è ancora integro e tennisticamente non teme rivali. Si parla di un suo probabile ritiro nel 2020, ma se sorprendesse ancora tutti e proseguisse per un altro anno?

Rafa Nadal è di cinque anni più giovane del suo grande rivale e in bacheca ha solo un titolo in meno, dopo le vittorie di quest’anno a Parigi e New York. Fisicamente, però, è meno integro di Federer, ha dovuto fronteggiare una lunga serie di infortuni e il suo gioco dipende molto dalla sua potenza fisica. Tanto che lui stesso si dà una prospettiva di carriera più breve. Difficile però pensare che qualcuno possa insidiarlo sulla terra del Roland Garros (dove detiene il mostruoso record di dodici trionfi), per cui un numero minimo di successi dovrebbe essere ancora garantito.

Novak Djokovic è il più giovane (sei anni in meno di Federer e uno in meno di Nadal) ma conta quattro titoli del Grande Slam in meno rispetto allo svizzero e tre rispetto allo spagnolo. Se sta bene fisicamente, però, parte favorito in tre Major su quattro e potenzialmente ha ancora molte possibilità in cascina. Rispetto agli altri due, però, è più umorale e, come gli è successo nel biennio 2016-2018 potrebbe incorrere in periodi no che gli precluderebbero la possibilità di dare l’ assalto al record.

 

Share.

Leave A Reply