La profezia di Kafelnikov su Jannik Sinner

1

Un futuro d’oro per Jannik Sinner. E’ quello che ha prospettato per lui l’ex numero uno del mondo e campione Slam Yevgeny Kafelnikov che, impressionato dagli ultimi poderosi progressi del nativo di San Candido, ritiene che possa diventare il numero uno del ranking mondiale nel giro di soli tre anni. Di fatto lo candida a diventare l’erede dei Big Three, che hanno dominato la classifica negli ultimi quindici anni.

L’impressionate scalata di Jannik Sinner

All’inizio della stagione, il classe 2001 altoatesino era posizionato al numero 549 del ranking, dopo aver aperto la stagione con alcuni Futures in Tunisia. A febbraio il primo passo della scalata, con il primo titolo Challenger della sua carriera e in assoluto il primo per un classe 2001, a Bergamo. Vittoria ottenuta con un livello di tennis assoluto, lasciando sul terreno solo due set in sei partite e venendo breakkato solo quattro volte. Un’impresa che gli ha consentito di guadagnare ben 200 posizioni nel ranking.

A Santa Margherita di Pula arriva la vittoria sulla terra, poi altri Challenger in aprile e il primo ingresso in un torneo Atp in carriera, entrando come lucky loser a Budapest. Di fronte a Mate Valkusz, Jannik non perse l’occasione di mettere a referto la prima vittoria Atp della sua generazione ed entrare così nella top-300 del ranking. Grazie alla sua crescita ottiene una wild card per il Masters 1000 di Roma, dove ottiene una storica vittoria contro Steve Johnson al primo turno.

In estate la marcia non si ferma, con Challenger di Lexington e l’ingresso in top-150. Un ulteriore passo avanti arriva a New York, dove passa tre turni di qualificazione per accedere al suo primo torneo del Grande Slam, dove al primo turno viene eliminato da Stan Wawrinka. Lo svizzero alla fine farà i complimenti a Jannik, capace di rubare un set al tre volte campione Slam.

La prospettiva di entrare nella top-100 entro fine stagione si fa sempre più concreta. E infatti l’impresa si concretizza, prima con la semifinale raggiunta al torneo Atp 250 di Anversa (dove elimina, in serie, Kamil Majchrzak, Gael Monfils e Frances Tiafoe, prima di perdere ancora da Wawrinka) e al 500 di Vienna, dove elimina al primo turno l’esperto tedesco Philipp Kohlschreiber, garantendosi l’accesso tra i migliori cento.

Per Jannik il finale di stagione potrebbe essere magico, dato che ha ottenuto una wild card per prendere parte alle Next Gen Finals di Milano (unico della sua età) dove fronteggerà, tra gli altri, gente come Felix Auger-Alissime, Denis Shapovalov e Alex de Minaur.

Share.

1 commento

  1. Pingback: La profezia di Kafelnikov su Jannik Sinner | Gtennis Associazione Sportiva Dilettantistica

Leave A Reply