Un altro infortunio per Nadal?

0

Rafael Nadal si è rimesso in carreggiata nelle Atp Finals. Grazie ad una prodigiosa rimonta nei confronti Daniil Medvedev, ha ripresa una partita che sembrava ormai persa, annullando un match point al russo quando era sotto 5-1 nel terzo set ed andando a vincere al tie-break. Così, dopo la netta sconfitta patita contro Zverev all’esordio, dunque, le possibilità di passare il girone, per Rafa, sono assolutamente intatte.

Ma c’è un’ombra sullo stato di salute dello spagnolo. Non tanto per l’infortunio riassorbito al retto addominale, che lo aveva costretto al ritiro al Masters 1000 di Parigi Bercy e ne aveva messo in dubbio la stessa presenza a Londra, quanto per il riacutizzarsi di un infortunio alla mano sinistra, che si era manifestato per la prima volta agli Us Open e lo aveva costretto a dare forfait sia al Masters 1000 di Shanghai e all’ultima giornata della Laver Cup.

Ne scrive oggi il Daily Express, riportando le parole dell’esperto Matt Roberts, secondo cui quegli strani movimenti messi in mostra da Nadal durante il match con Medvedev sono un segnale da non sottovalutare. “Rafa, contro Daniil, è stato decisamente più convincente che contro Zverev. Ma è evidente che non ha quella confidenza con il dritto che è alla base del successo del suo gioco. L’unica spiegazione può essere legata al fatto che senta dolore alla mano, per il riacutizzarsi dell’infortunio patito qualche mese fa”.

Al momento dall’entourage del maiorchino non trapela nulla e c’è grande fiducia di poter passare il turno, vincendo contro il lanciatissimo Stefanos Tsitsipas, e assicurarsi così l’accesso alle semifinali delle Atp Finals. In ballo, oltre alla vittoria in un torneo che è sempre stato un tabù per lo spagnolo, c’è anche la prima posizione del ranking Atp, contesa da Novak Djokovic. Se Rafa dovesse arrivare in semifinale, l’unica possibilità che avrebbe Nole di superarlo in classifica sarebbe legata alla vittoria del torneo.


Se ti è piaciuto l’articolo e vuoi sostenere il lavoro di Tennis Fever, metti un like alla nostra pagina Facebook. Non ti costa niente!

Share.

Leave A Reply