martedì, settembre 22

Dagli Atp Awards l’ennesima conferma sullo stato di grazia del tennis italiano

0

Mai nella storia degli Atp Awards, due giocatori italiani erano stati premiati lo stesso anno per due categorie diverse. E’ successo quest’anno, a dimostrazione che il 2019 verrà ricordato come uno degli anni migliori della storia del tennis italiano, almeno a livello maschile.

Berrettini e Sinner simboli del tennis italiano che cresce

Matteo Berrettini è stato infatti votato (dagli altri giocatori Atp) come il tennista più migliorato in questa stagione, mentre Jannik Sinner ha vinto il riconoscimento come principale rivelazione dell’anno in senso assoluto. Due premi che confermano quanto il nostro tennis stia attraversando un momento di grazia e che assumono un’importanza ancora maggiore in prospettiva, dato che afferiscono entrambi al tema della crescita con ancora ampi margini di miglioramento.

Tradotto? Di Berrettini e Sinner potremmo sentire parlare ancora per molto, molto tempo. Il 23enne romano ha cominciato la stagione oltre la cinquantesima posizione del ranking e l’ha terminata in top-10 e alle Atp Finals. Il 18enne altoatesino, a inizio 2019, era addirittura in posizione 549 e, dopo la vittoria alle Next Gen Atp Finals, ha terminato alla numero 78, il più giovane giocatore in top-80 dai tempi di Rafa Nadal nel 2003. Una gran bella soddisfazione.

Da Nadal a Federer, gli altri tennisti vincitori degli Atp Awards

E proprio Nadal è stato il mattatore degli Awards: oltre a ricevere il “2019 ATP Tour No. 1 Trophy” per aver chiuso l’anno in testa alla classifica, ha ricevuto per la seconda stagione di fila lo “Stefan Edberg Sportsmanship Award” che va al tennista più corretto.

Il “Comeback of the Year” non poteva che andare ad Andy Murray. Fra gli altri riconoscimenti, i preferiti dei tifosi sono ancora una volta Roger Federer (per il 17esimo anno di fila) e i gemelli Bryan (14esimo anno consecutivo), l’allenatore dell’anno è Gilles Cervara, mentore di Medvedev, mentre a Tony Roche, coach di fuoriclasse come lo stesso Federer, Hewitt, Rafter e Lendl, è andato il premio alla carriera.


Leggi anche: I 20 regali di Natale perfetti per gli appassionati di tennis


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il lavoro di Tennis Fever, metti un like alla nostra pagina Facebook! Non ti costa nulla.

Share.

Leave A Reply