giovedì, ottobre 1

Fognini gioca un grande tennis, ma cede a “freccia russa” Medvedev

0

Dopo la sconfitta di Stefano Travaglia contro Karen Khachanov, anche Fabio Fognini si è dovuto arrendere di fronte a Daniil Medvedev.

Nell’incontro tra i numeri uno di Russia e Italia, molto combattuto, si sono viste praticamente “due diverse partite”. Nel primo parziale una sontuosa partenza di Fabio Fognini. Il nostro numero uno aveva tutte le carte in regola per tenere testa al campione russo, e così è stato. Ha messo in campo un tennis bello, brillante ed efficace e ha chiuso il primo set senza appello, con un netto 6-1. Complice un Medvedev non ancora pervenuto, che ha subìto i colpi vellutati dell’azzurro e che è sembrato ancora ben lontano dalla versione vista lo scorso anno, quando è risultato il giocatore più vittorioso in termini di partite giocate.

Nel secondo e terzo set arriva tuttavia il cambio di passo. Freccia russa Medvedev si dà una svegliata, mette la modalità “robot”, e comincia a dimostrare di essere lui il numero 5 al mondo, con il suo peculiare modo di vedere le giocate prima degli altri. E anche se a volte appare “sgraziato” nei suoi colpi, riesce comunque a fare al differenza sul piano mentale chiudendo il secondo parziale per 6-1. 

Nel terzo set giocano entrambi un grande tennis, portando il livello del match a livelli esemplari. Si combatte punto su punto, anche se Fognini è costretto ad inseguire la distanza presa dal russo con un break arrivato nel terzo gioco (sul 2-1 per Medvedev). Fognini prova a restare in scia con il cuore e con la tecnica, cancellando le palle break che puntualmente concede in ogni suo turno di battuta all’avversario. Nel sesto game ne cancella ben quattro in maniera davvero ammirevole. Ma il tennista russo si conferma uno dei migliori giocatori al mondo. Accelera e chiude così con un 6-3. 

Grazie a questo successo, la Russia vince la sfida con gli azzurri. Ma il passaggio del turno ancora è possibile. Ora sarà fondamentale la terza sfida, quella del doppio, dove l’Italia dovrà trovare un punticino utile per mantenere aperta la possibilità di andare avanti.

Share.

Leave A Reply