lunedì, aprile 6

Australian Open, la zampata di classe del “volpone” Seppi

0

Nel giorno in cui un giovanissimo altoatesino con un grande futuro davanti a sé, Jannik Sinner, vince la sua prima partita in un torneo del Grande Slam, un altro altoatesino, Andreas Seppi, diciassette anni più anziano di lui, centra la vittoria numero 59 a livello major, la ventunesima agli Australian Open, torneo in cui è riuscito per ben quattro volte ad arrivare sino agli ottavi di finale.

Grande vittoria contro il giovane Kecmanovic

In un vero e proprio scontro generazionale contro il serbo Miomir Kecmanovic (numero 54 del mondo, classe 1999), Seppi, che occupa attualmente la posizione numero 85 nel ranking Atp, ha fatto valere tutta la sua esperienza e la sua confidenza sulla superficie di Melbourne, chiudendo il match in poco più di due ore con un rotondo 6-4, 6-4, 7-6, concedendo solo una palla break (peraltro concretizzata) all’avversario. Molto bene Andreas al servizio (11 ace e 77% di punti realizzati con la prima in campo), ma anche nello scambio, con quasi il doppio di vincenti rispetto al serbo e un quarto di errori non forzati in meno.

Ed ora il dodicesimo scontro con Stan Wawrinka

Con questa vittoria, Seppi accede quindi al secondo turno del torneo, dove avrà davanti uno scoglio tutt’altro che semplice da superare, come Stan Wawrinka (che a Melbourne ha trionfato nel 2014).

Dodici i precedenti tra i due, con nove vittorie per lo svizzero e tre per l’italiano. L’ultima volta che si sono affrontati è stata esattamente due anni fa, proprio qui a Melbourne, a livello di ottavi di finale. Vinse Stan 3-0, ma la partita fu molto più equilibrata di quel che dica il punteggio, dato che si trattò di un triplo tie-break.


L’acquisto del giorno

Head Radical 27, la racchetta per tutti con un ottimo rapporto qualità-prezzo

Share.

Leave A Reply