Campione Slam (negativo al Covid) costretto al ritiro a Parigi-Bercy. Ecco perché

0

Il campione slam di doppio Joe Salisbury è stato costretto al ritiro a Parigi-Bercy nonostante fosse negativo al test al Coronavirus. Il tennista, vincitore insieme a Rajeev Ram degli Australian Open di doppio, è stato a contatto con un positivo. Da lì l’immediato isolamento e l’eliminazione dal torneo, malgrado lui fosse negativo.

I motivi dell’esclusione

L’Atp è subito intervenuta, addossando i motivi della scelta alle società sanitarie locali. Il comunicato:

Risultato essere stato a contatto con una persona affetta da Coronavirus, in accordo con le direttive delle società sanitarie locali, Joe Salisbury è stato escluso dal tabellone principale di doppio del Rolex Paris Masters”.

Nella nota ufficiale l’Atp ha confermato che Salisbury è in isolamento e completamente asintomatico. Nonostante non sia stato reso noto il nome, molto probabilmente un membro dello staff di Salisbury è risultato positivo:

L’individuo testato positivo al Covid-19 è stato isolato in data 1 novembre 2020. Il signor Salisbury, che non è risultato positivo, è stato anche lui messo in isolamento e risulta asintomatico”.

Il prosieguo della stagione

Anche il compagno di squadra di Salisbury, Rajeev Ram, è risultato fortunatamente negativo, ma i due sono stati già sostituiti nel tabellone del torneo. La coppia è già matematicamente alle Atp Finals, ma vede le possibilità di chiudere in vetta alle classifiche ai minimi termini. Oltre al ritiro a Parigi-Bercy, già la scorsa settimana si sono dovuti ritirare ai quarti a Vienna per un infortunio alla gamba accusato da Ram.

I qualificati alle Finals, per ora, oltre loro sono: Pavic/Soares, Krawietz/Mies e Granollers/Zeballos.

Le 10 migliori racchette da tennis per cominciare (per bambini, ragazzi e adulti)

Share.

Leave A Reply