Rafa Nadal: ecco come gestisco la mia vita da professionista

0

Continuano le interviste e le risposte di Rafael Nadal ai microfoni di diverse emittenti. Questa volta in una botta e risposta con i propri fan Nadal ha parlato della gestione della sua vita professionistica.

In una stagione come questa, segnata dalla pandemia, dal conseguente lockdown e dalle imposizioni che tutti stiamo vivendo, curare ogni aspetto della propria vita professionista è fondamentale. In questo Rafa è un maestro e ha voluto svelare ai fan alcuni dei suoi segreti su come riuscire ad essere ai vertici della classifica mondiale da ben 15 anni. Rafa ha infatti da poco stabilito il record di settimane consecutive in top10: ben 790. Era il lontano 2005 ed un ragazzo con la canottiera e i pantaloni a pinocchietto per la prima volta si affacciava tra i migliori 10 del mondo. Da quel momento sono cambiate tante cose nel mondo e nel tennis, ma una sola è rimasta costante: Nadal al top del tennis mondiale.

La gestione della vita da professionista

Rafa ha parlato del suo probabile addio e di come mantenere alta la motivazione, ma una delle domande che ha più incuriosito è stata quella relativa alla gestione del sonno.

Di solito dormo bene e, quando viaggiamo per il mondo e ci sono grandi differenze di orario, cerco di arrivare con un tempo sufficiente prima del torneo per adattarmi alle condizioni atmosferiche, dei campi e al jet lag. Cerco di fare le cose nel migliore dei modi possibili per essere pronto all’azione. Come resto motivato dopo tutti questi anni? Amo quello che faccio.

Non intendo il tennis in nessun’altra maniera e cerco di fare del mio meglio ogni giorno per darmi un’opportunità e per lottare fino alla fine. Nel nostro sport avrai sempre la possibilità di cambiare il punteggio.

Non so dirvi se sono il migliore, ma cerco sempre di fare del mio meglio. È la mia visione dello sport e rimarrà tale fino alla fine della mia carriera. Se per qualche motivo un giorno non sentirò più quella passione, beh, sarà il giorno che dirò addio e farò così qualche altra cosa”.

Scarpe da tennis per i vostri bambini? Alcune proposte

Share.

Leave A Reply