Kyrgios attacca ancora Djokovic: ecco perché non sarà mai il migliore

1

Nick Kyrgios, dopo aver definito Djokovic “Un burattino” per i suoi comportamenti nella prevenzione del virus, ha dichiarato: “Djokovic non sarà mai il migliore di tutti i tempi”.

La continua polemica con Nole

Dopo alcuni mesi di silenzio, nell’ultima settimana Nick Kyrgios è tornato prepotentemente all’attacco di Novak Djokovic. Questa volta l’argomento è la corsa al GOAT del tennis mondiale. L’australiano in un’intervista è stato molto categorico sulla questione:

Non importa quante vittorie nei tornei del grande slam avrà, ma Novak Djokovic non sarà mai il migliore di tutti i tempi. L’ho affrontato in due circostanze e l’ho battuto e, se non puoi battermi, non sei il più grande di tutti i tempi”.

I precedenti

Il bad boy australiano si riferisce ai due incontri giocati nel 2017 ad Acapulco e ad Indian Wells tra lui e il n. 1 del mondo.

Nei quarti di finale dell’Acapulco Open del 2017 andava in scena una delle migliori partite in carriera di Nick. Dopo un’ora e 46 minuti di tennis, l’australiano si impone per 76 75, concedendo solamente 15 punti sul suo servizio e annullando l’unica palla break concessa nell’incontro.

Qualche settimana più tardi, al master1000 di Indian Wells, la rivincita. Questa seconda volta il match dura sei minuti in più, ma il risultato non cambia: 64 76 e vittoria per Kyrgios.

In entrambi gli incontri è stata palese la difficoltà di Djokovic nel rispondere alla prima di servizio dell’aussie. Una difficoltà mai riuscita ad arginare nell’arco delle due partite.

Che non abbia ragione Nick e la corsa al GOAT sia solo una questione per Rafael Nadal e Roger Federer?

5 proposte per le scarpe da tennis ideali da donna

Share.

1 commento

Leave A Reply