Dove può arrivare Jasmine Paolini? Obiettivi e prospettive della giovane toscana

0

È una grande stagione quella che si prospetta per l’Italia del tennis. Nella disciplina maschile le nuove e vecchi generazioni stanno facendo sognare gli appassionati, in particolare con Jannik Sinner e Lorenzo Musetti giunti rispettivamente ai quarti di finale a Dubai e in semifinale ad Acapulco. Ma anche nel circuito WTA il terreno tracciato non è male, come dimostra il periodo di Jasmine Paolini.

Certo, l’Italia è ancora lontana dallo status raggiunto negli anni d’oro con la Fed Cup delle varie Roberta Vinci, Flavia Pennetta e Francesca Schiavone, ma le nuove leve si stanno facendo strada. Guidate dal ritorno di Sara Errani e gli alti bassi di Camila Giorgi, anche Martina Trevisan e Jasmine Paolini sono pronte all’exploit. In particolare la tennista classe 1996 che l’anno scorso ha raggiunto il best ranking alla posizione #93 e proverà ad entrare in top50 dopo la fiducia ottenuta battendo la connazionale Trevisan ai Campionati Italiani.

Sogno Miami

Se tra gli azzurri sono già 7 a partecipare al main draw, le donne del gruppo tricolore sperano nei ritiri delle giocatrici per piazzare Camila Giorgi e Martina Trevisan. Dalle retrovie, ecco Jasmine Paolini che dovrebbe partecipare alle qualificazioni in attesa di ufficialità da parte del Miami Open. La tennista di Bagni di Lucca vuole provare l’approdo nel tabellone principale negli Stati Uniti ma servirà ritrovare la forma. Infatti in Messico, a Monterrey, l’azzurra è uscita prematuramente agli ottavi di finale dopo la vittoria al primo turno contro la giapponese Nao Hibino. Invece al secondo turno è uscita di scena contro Anna Karolina Schmiedlova. Ad ogni modo, la classe 1996 ha migliorato il risultato dello scorso anno quando uscì al primo turno delle qualificazioni. Riuscirà dunque a qualificarsi per il torneo americano? In attesa di capire se parteciperà alle qualificazioni o meno, Paolini ha già disputato diversi tornei sin qui.

Gli Australian Open e Coco Gauff

La tennista azzurra ha già disputato una serie di tornei in questo inizio 2021. Come detto dalla stessa Paolini, l’obiettivo è la top50 e serviranno un bel po’ di partite per mettere insieme fiducia e continuità nelle corde. La stagione è cominciata ad Abu Dhabi, dov’è uscita di scena al primo turno contro Leylah Annie Fernandez, mentre al secondo turno è uscita in coppia con Martina Trevisan in doppio. Sin qui però, la miglior prestazione l’ha offerta in Australia al Melbourne 2, raggiungendo gli ottavi di finale contro Karolina Muchova dopo le prestigiose vittorie su Rebecca Marino e la testa di serie #10 Wang Qiang.

Sempre a Melbourne ha fatto pratica in doppio con Kovinic in vista del primo Slam dell’anno, dove in doppio ha ottenuto un onesto risultato spingendosi sino al terzo turno in campo con Aliona Bolsova Zadoinov. Un torneo prestigioso, fermatosi soltanto contro la coppia formata da Nina Stojanovic e Darjia Jurak che hanno rimontato in tre set. Decisamente sfortunata in singolare dove l’azzurra è stata spazzata via da Karolina Pliskova agli Australian Open 2021. Prima di Monterrey infine, Jasmine Paolini è rimasta in Oceania, perdendo contro l’enfant prodige Cori Gauff in tre set, dopo aver vinto il secondo parziale al tie-break. Un prestigioso traguardo dopo la trafila nelle qualificazioni dove ha battuto Asia Muhammad e la padrona di casa Astra Sharma.

Insomma, un avvio di stagione ricco di alti e bassi ma dove si sono intravisti alcuni miglioramenti al servizio e dal punto di vista mentale. Jasmine Paolini può ancora crescere e il prossimo obiettivo è quello di migliorare il proprio best ranking, per poi… riprendere a sognare!

Share.

Leave A Reply