Dove può arrivare ancora Camila Giorgi? Il suo futuro tra tennis, social (e altre ambizioni)

0

Ancora una sconfitta per Camila Giorgi, questa volta al primo turno in quel di Miami, pone il solito interrogativo: la tennista di Macerata riuscirà a ottenere altre soddisfazioni in carriera?

Camila Giorgi e i risultati. La tennista di Macerata è uscita ancora al primo turno, questa volta in Florida al Miami Open per 6-2 6-4 contro Ljudmila Samsonova. L’ennesimo risultato negativo per la classe ’91, che il prossimo 30 dicembre compierà 30 anni. Non è ancora tempo di bilanci sulla stagione o sulla carriera della tennista di origini argentine. Ma una cosa è innegabile: Camila Giorgi e l’ossessione dei risultati vanno di pari passo. Non molto per la marchigiana quanto piuttosto per gli addetti ai lavori e gli amanti delle statistiche.

Se a Miami gli uomini vanno a gonfie vele, con Jannik Sinner al quarto turno e Lorenzo Musetti e Lorenzo Sonego al terzo turno, le donne non sono andate benissimo. Martina Trevisan e Sara Errani sono uscite al primo turno di qualificazioni mentre Elisabetta Cocciaretto, dopo il posto in main draw, è uscita al primo turno. Proprio come Camila Giorgi, che non sta vivendo una grande annata.

2021: risultati in progressione

Aldilà dell’insuccesso a Miami, Camila Giorgi non ha cominciato il 2021 al meglio. La tennista italiana, prima di volare negli States, ha disputato il torneo di Lione in Francia, uscendo di scena ai quarti di finale in una competizione avara di una concorrenza spietata. Dopo le prime due vittorie contro Viktoria Kuzmova, in due set, e la serba Nina Stojanovic in tre parziali, Giorgi è uscita di scena contro la danese Clara Tauson.

Un viaggio tra continenti considerando che l’azzurra ha cominciato l’annata DownUnder. A Melbourne, dopo la vittoria su Clara Burel, si è ritirata contro Sofia Kenin. I problemi fisici occorsi contro la tenuta americana avevano fatto presagire il peggio ma alla fine Camila è giunta al primo Slam dell’anno. Agli Australian Open è giunta l’uscita di scena al secondo turno contro Iga Swiatek dopo il primo turno vinto contro la kazaka Jaroslava Svedova.

Un inizio di stagione complicato insomma e ricco di alti e bassi tra problemi fisici e tecnici. La #82 al mondo, che potrebbe scendere in classifica dopo i risultati delle colleghe, ha fatto peggio dello scorso anno considerando che raggiunse il terzo turno a Melbourne one suo miglior piazzamento come avvenuto altre due volte. Ma la crisi della marchigiana risiede soprattutto nelle ultime finali giocate, che risalgono ormai al 2019 negli USA. L’ultimo successo invece al 2018 a Linz, in Austria, al secondo tentativo: l’altra vittoria WTA l’ha ottenuta in Olanda, a s’Hertogenbosch.

Il futuro: sarà un’influencer?

La stagione è ancora lunga, indubbiamente, ma i soliti problemi tattici e psicofisici nell’arco delle sfide sono sempre lampanti e notevoli. La tennista pare talvolta stanca o svogliata di entrare in campo ed è per questo che si può immaginare un’altra vita professionale. Quella dell’influencer. Come i tanti appassionati di tennis sapranno, la tennista azzurra è molto attiva sui social attraverso foto personali e sponsor di abbigliamento sportivo e non solo.

Alla soglia dei trent’anni, Camila Giorgi potrebbe anche darsi alla moda e addirittura alla scrittura, come lei stessa ha dichiarato all’interno di un’intervista. Insomma, oltre la carriera sportiva c’è di più. Camila Giorgi potrebbe davvero cominciare un’altra carriera oltre quella tennistica dopo le recenti uscite? Una storia che ovviamente sarà svelata nelle prossime settimane dove i risultati saranno determinanti per capire come proseguire. Intanto, l’Italia conta sempre sulla #1 del proprio paese, nella speranza che le soddisfazioni tornino presto.


Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

>>> Guida: Le migliori 10 racchette del 2021, per ogni livello ed età

Share.

Leave A Reply