Il giorno in cui Novak Djokovic può scrivere la pagina più gloriosa di sempre

0

Chissà cosa avrà pensato Novak Djokovic vedendo trionfare a Flushing Meadows, su quel campo in cui lui è chiamato a scrivere una pagina indelebile nella storia del tennis mondiale, la giovanissima Emma Raducanu. Diciotto anni lei, diciannove la sua avversaria Leylah Fernandez. E’ la (Next) Next Gen del tennis femminile, che avanza senza guardare in faccia nessuno.

Chissà cosa avrà pensato, facendo la carrellata dei sempre più giovani avversari che hanno provato a “fargli le scarpe” senza mai riuscire ad intaccare il suo regno. Chissà se vedendo quelle due ragazze di quasi quindici anni più giovani lui avrà pensato anche ai suoi avversari di sempre, alle due leggende che insieme a lui hanno condiviso per così tanti anni l’olimpo di questo sport, Roger Federer e Rafael Nadal, costretti ad assistere da casa a questo suo “appuntamento con la storia”.

Forse non avrà pensato a nulla di tutto ciò, o forse sì. Poco importa. Stasera alle 22 ora italiana (le 16 a New York) è il momento per cui ha lavorato, sudato, combattuto e vinto per tutta la carriera. Ieri Emma Raducanu ha fatto la storia, oggi Nole può scriverne la pagina più gloriosa. Calendar Slam e record di trionfi a livello Major, tutto in una sera.

Proverà a rovinargli il sogno e, in qualche modo, a entrare anche lui nella storia, anche solo per mettervisi di traverso, Daniil Medvedev, il russo che a 25 anni sembra già da tempo pronto per vincere il suo primo Slam. Sembra, appunto. Perché fino ad oggi, nonostante sia il numero due del mondo, nonostante abbia vinto le ultime Atp Finals, non ci è ancora riuscito.

C’è andato vicino in un paio di occasioni. Vicinissimo nel 2019, proprio qui a New York, quando solo la classe, il carattere e l’orgoglio di Rafa Nadal gli negarono la prima gioia. Vicino, ma un po’ meno, all’inizio di quest’anno a Melbourne, quando raggiunse con merito la finale degli Australian Open, prima di essere letteralmente spazzato via da un Djokovic spaziale.

I precedenti parlano di otto incontri tra i due, con cinque vittorie per Novak e tre per Medvedev, nessuna a livello Slam. Ecco, se Daniil sarà quello di otto mesi fa in Australia, la storia è già scritta. Se invece troverà soluzioni tattiche e tenuta mentale differenti, allora può esserci partita. “Giocherò questo match come se fosse l’ultimo della mia carriera”, ha detto Djokovic alla vigilia. Comunque vada, sarà bellissimo esserci.

DOVE VEDERE LA FINALE DEGLI US OPEN IN TV E STREAMING

Come tutti gli US Open, anche la finale sarà trasmessa in esclusiva su Eurosport. Anche gli abbonati a DAZN e Tim Vision hanno a disposizione i due canali lineari di Eurosport 1 ed Eurosport 2. E’ possibile anche usufruire dell’offerta, iscrivendosi alla piattaforma Discovery+.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!
Share.

Leave A Reply