Norrie trionfa a Indian Wells e complica la corsa di Sinner verso Torino

0

C’è un’ulteriore complicazione nella già intricata corsa di Jannik Sinner verso le Atp Finlas di Torino: risponde al nome di Cameron Norrie, che nella notte tra domenica e lunedì ha trionfato in finale al Masters 1000 di Indian Wells, battendo in finale per due set a uno Nikoloz Basilashvili.

Partita bella ed equilibrata, in cui il britannico classe 1995 è riuscito ad avere la meglio uscendo alla distanza, complice un evidente calo fisico e tecnico del georgiano. Il 3-6, 6-3, 6-1 finale vale a Norrie la prima vittoria assoluta in un Masters, il primo tennista del Regno Unito a riuscire nell’impresa dopo l’ultima volta di Andy Murray.

Ranking Atp e Race to Turin, Norrie vola

Come anticipato, la vittoria in terra californiana vale a Cameron un sensibile salto in avanti, in tutte le classifiche. Nel ranking Atp è ora numero 16 e ha migliorato il suo best ranking di dieci posizioni, superando Daniel Evans e diventando numero uno britannico.

Nella Race to Turin il balzo è ancora più significativo: Norrie ora è decimo, appena dietro Hubert Hurkacz che – essendo Nadal, che non parteciperà, in ottava posizione – è di fatto al momento l’ultimo qualificato per le Finals. Ha superato Jannik Sinner, che ora ha un avversario in più a separarlo dal sogno Torino.

Decisivi, ovviamente i prossimi tornei, a partire da Anversa, per Jannik e gli altri. “Ora mi sono cancellato da Anversa – ha detto Norrie dopo la partita – perché sarebbe stato troppo complicato dopo essere arrivato in fondo qui, ma sono iscritto a Vienna, Parigi e Stoccolma e non vedo l’ora di giocare indoor, è uno dei miei momenti preferiti della stagione”.

>>> Guida: I migliori 10 grip per le vostre racchette

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!
Share.

Leave A Reply