Perché Berrettini può farcela contro Zverev (e perché no)

1

Non sarà un esordio semplice per Matteo Berrettini quello che segnerà l’inizio della sua seconda esperienza alle Atp Finals. Inserito nel gruppo rosso insieme a Daniil Medvedev, Hubert Hurkacz e Alexander Zverev, il 25enne romano se la vedrà proprio con il tedesco di un anno più giovane di lui.

Ma quante sono le reali possibilità per Berrettini di sovvertire un pronostico che lo vede in partenza sfavorito nella partita in cui debutterà al Pala Alpitour di Torino?

Cosa serve a Berrettini per vincere contro Zverev

Ovviamente, perché ciò accada, servirà il miglior Matteo, in primis dal punto di vista fisico. Un fastidio al collo ha condizionato negativamente questa sua ultima parte di stagione e la sua tenuta fisica è sempre un po’ un’incognita. Se non sta al 100 per cento le sue possibilità scendono molto.

Poi servirà una prova sontuosa al servizio. La percentuale di prime in campo sarà decisiva. Se Matteo non troverà una prestazione “mostruosa” in quello che è il suo punto di forza principale, sarà dura: se parte lo scambio Zverev diventa letale.

Naturalmente avrà bisogno anche di qualche spunto in risposta e potrebbe provare qualche variazione in più del solito, soprattutto nel gioco a rete e con la palla corta per mettere in difficoltà il tedesco.

Infine è da valutare l’impatto che avrà sul match il pubblico. Chiaramente le tribune del Pala Alpitour saranno compattamente schierate con il nostro alfiere e questo potrebbe fare la differenza, forse addirittura più per Zverev, giocatore dal carattere abbastanza umorale, che per Matteo.

Zverev parte comunque favorito

È ovvio che se tutto questo non si verificasse e se Sascha riuscisse a giocare al suo livello massimo, per Berrettini le cose si metterebbero male. Il nativo di Amburgo sta vivendo il suo momento migliore dal 2018 ad oggi, ha già vinto questa competizione (proprio nel 2018), ha fatto incetta di finali e di titoli nella sua ancora breve carriera e i precedenti parlano di tre vittorie ad una per lui (l’ultima proprio in finale nel Masters 1000 di Madrid).

Insomma, Matteo parte sfavorito, ma non battuto. E contro il numero tre del mondo va già bene così.

Dove vedere le ATP Finals in tv e streaming

A detenere i diritti per la trasmissione in diretta di tutti gli incontri delle ATP Finals 2021 è Sky: gli abbonati alla TV satellitare potranno vedere tutte le partite sui canali Sky Sport 1 e Sky Sport Tennis (canali 201 e 205 del satellite e canali 472 e 482 del digitale terrestre). Per quanto riguarda la diretta streaming delle ATP Finals 2021, su SkyGo e su NOW TV sarà possibile vedere tutte le singole partite del torneo che vengono trasmesse anche da Sky. Inoltre, Rai Sport ha acquisito i diritti di trasmissione in chiaro per 3 anni (2021-2023) del miglior match di ogni giornata. L’incontro selezionato sarà trasmesso in diretta su Rai 2 alle ore 14 oppure alle ore 21 a seconda del programma. SuperTennis, infine, proporrà in chiaro una partita al giorno in differita e mostrerà tutti i dietro le quinte dell’evento.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!
Share.

1 commento

Leave A Reply