Atp Cup, Italia doppio da incubo: sconfitta all’esordio con l’Australia

1

Nell’Atp Cup in programma a Sydney, l’Italia inizia la sua avventura nella maniera peggiore. Altra sconfitta in doppio all’esordio con l’Australia dopo la vittoria di Jannik Sinner nel primo singolare e la sconfitta di Matteo Berrettini nel secondo.

Ancora l’incubo doppio

Continua la maledizione del doppio per i ragazzi di Vincenzo Santopadre. Dopo le tre sconfitte consecutive in Coppa Davis, arriva la sconfitta all’esordio dell’Atp Cup, in programma a Sydney.

Purtroppo, cambiando l’ordine dei fattori, il risultato non cambia. Santopadre cambia l’ennesima coppia e butta nella mischia Matteo Berrettini e Simone Bolelli, una coppia (quasi) inedita. Il primo, tornato da poco dall’infortunio e già sconfitto nel singolare del pomeriggio australiano con Alex De Minaur, è apparso sicuramente ancora lontano da una forma buona.

La partita

Dobbiamo essere onesti, non c’è praticamente stata partita contro la coppia formata da John Peers e Luke Saville. Nel primo set è fatale il break subito al secondo gioco che lascia l’amaro in bocca. Sì, perché dopo aver annullato tre palle del doppio break nel sesto game, l’Italia ha la palla per riaprire la partita nel nono, ma nulla. Gli australiani si impongono per 63.

Nel secondo set la partita rimane in parità perfetta fino al decimo gioco, quando gli azzurri hanno la palla per portare la sfida al terzo e decisivo set. Anche questa volta, però, non riusciamo nel break e al turno successivo perdiamo il servizio che ci risulta fatale. Il risultato è 75 per l’Australia.

Adesso serviranno due grandi partite con Francia e Russia per rimanere agganciati alla speranza di passare il turno.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Share.

1 commento

  1. Ehm, forse non vi siete accorti che il capitano non è Volandri ma Santopadre…e, tra parentesi, Berrettini e Bolelli hanno già giocato assieme

Leave A Reply