L’irresistibile cavalcata della strana coppia Kyrgios-Kokkinakis

0

Alla vigilia erano considerati poco più che gli Harlem Globetrotters del tennis australiano. Una coppia da andare a vedere giocare, per cui valesse la pena prendere il biglietto, garanzia di spettacolo, tennistico e non solo. E invece, nel corso di queste due settimane, Nick Kyrgios e Thanasi Kokkinakis hanno fatto il salto di qualità, guadagnandosi clamorosamente la finale di doppio degli Australian Open 2022.

Kyrgios e Kokkinakis, predestinati persi e recuperati

Una storia che ha dell’incredibile, quella dei due tennisti australiani. Origini greche per entrambi, classe 1995 il primo, 1996 il secondo, crescono tutti e due con il marchio di predestinato appiccicato sul petto. Per motivi caratteriali e fisici, però, non riusciranno mai a confermare tutte le aspettative. Entrambi “cavalli pazzi” del circuito, Nick e Thanasi si inceppano, cadono, ricadono e faticano a rialzarsi.

La pandemia diventa un vortice per Kyrgios, che, di fatto, da due anni non sta giocando a tennis, se non, appunto, nel breve swing australiano e una piccola parentesi a Wimbledon. Al contrario, Kokkinakis, dato ormai per finito, riparte dal circuito Challenger, si rimette in moto, ricomincia a vincere e arriva, giusto alla vigilia degli Australian Open, il primo successo in carriera a livello Atp, proprio nella sua Adelaide.

E’ con questo stato d’animo di fatto opposto che i due affrontano il primo Slam stagionale. Subito (o quasi) fuori in singolare, decidono di puntare tutto sul doppio. E i risultati sono strabilianti. Eliminano, una ad una, coppie ben più quotare di loro, fino all’ultima impresa, in semifinale, contro Granollers e Zaballos (teste di serie numero 3).

It’s all about fans

Quello che è successo trascende chiaramente la semplice analisi tecnica. Ovviamente parliamo di due talenti cristallini, ma ciò che si è creato in questo contesto è una chimica perfetta, fatta di amicizia e spirito di identificazione, con un popolo, quello australiano, che li ha letteralmente adottati e spinti fino alla finale. E alla fine Thanasi ammette: “Non avremmo mai ottenuto questo risultato su un altro campo…”.

Finale che, curiosamente, i due giocheranno contro un’altra coppia australiana, quella formata a Ebden e Purcell, che ha eliminato a sorpresa i quotatissimi Ram e Salisbury. Appuntamento nella mattinata italiana di sabato. Sarà una grande festa per il pubblico di Melbourne, e non solo.

Dove vedere l’Australian Open in tv e streaming

L’Australian Open potrà essere seguito in diretta televisiva sui canali Eurosport1 ed Eurosport2, visibili sia su Sky che su Dazn. Inoltre, la competizione australiana sarà visibile in streaming sulle app di Discovery+, Sky Go, Dazn, TimVision, NowTv ed Eurosport Player.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!
Share.

Leave A Reply