Fenomeno Alcaraz, Fognini-Bolelli da sogno, il ritorno di Rublev: il nostro Manic Monday

0

Il meglio della settimana appena passata, i risultati più importanti, le performance degli italiani, le conferme e le sorprese. E poi ancora, i movimenti del ranking Atp e Wta e il programma della settimana entrante. Tutto questo in un unico grande appuntamento con il nuovo format di Manic Mondayla newsletter di Tennis Fever che arriva direttamente sulla tua casella di posta.

La settimana di tennis

Quella appena trascorsa è stata una ricchissima settimana di tennis, con tante storie da raccontare. Protagonisti assoluti Carlos Alcaraz, Fabio Fognini, Simone Bolelli, Andrej Rublev, Roberto Bautista Agut, Cameron Norrie, e Jelena Ostapenko. Ma non solo…

ATP 500 Rio de Janeiro, Alcaraz fenomenale. Fognini-Bolelli da sogno!

Foto Instagram ATP Tour

ATP 500 Rio de Janeiro – Sulla terra battuta brasiliana grande trionfo di Carlos Alcaraz. L’enfant terrible spagnolo, dopo un debutto abbastanza complicato contro Jaume Munar, ha sconfitto con prepotenza Federico Delbonis, Matteo Berrettini, Fabio Fognini e, infine, Diego Schwartzman, conquistando il secondo titolo ATP in carriera (ATP Next Gen a parte) e la ventesima posizione del ranking mondiale. Un’altra tappa di un’ascesa che sembra davvero inarrestabile.

Tuttavia la kermesse sudamericana è stata anche il palcoscenico sul quale Fabio Fognini ha messo in atto un vero e proprio show, sia in singolare che in doppio. L’azzurro, infatti, per quanto riguarda il suo percorso in solitaria, si è spinto fino in semifinale, deliziando gli appassionati con giocate finissime ed efficienti: quelle che in passato lo hanno portato tra i migliori dieci del ranking. Ma in doppio il ligure ha fatto anche meglio: successo in coppia con Simone Bolelli, battendo in finale Jamie Murray e Bruno Soares. In ottica Davis, l’Italtennis può sognare.

ATP 250 Marsiglia, Rublev ‘cala il bis’

Foto Instagram ATP Tour

ATP 250 Marisiglia – In Francia bella affermazione di Andrej Rublev, il quale ha dimostrato ancora una volta che il cemento indoor è la superficie sulla quale riesce ad esibirsi al top. Il ventiquattrenne russo ha battuto all’esordio Richard Gasquet. Poi, ha messo in riga Lucas Pouille e Benjamin Bonzi prima di superare Felix Auger-Aliassime nell’ultimo atto del torneo. È il suo nono titolo in carriera. Poco più tardi, il moscovita ha vinto anche in doppio con Denys Molchanov. Chapeau!

Da sottolineare, lo strepitoso stato di forma di Auger-Aliassime (nonostante la sconfitta) e l’exploit di Benjamin Bonzi (semifinale), del quale vi avevamo già parlato nello scorso numero del nostro Manic Monday.

ATP 250 Doha, il ritorno di Bautista Agut

Foto Instagram ATP Tour

ATP 250 Doha – Sul cemento qatariota, il ritorno di Roberto Bautista Agut. All’età di quasi trentaquattro anni, l’iberico è riuscito finalmente ad aggiornare il suo palmarès dopo due stagioni avare di soddisfazioni. Il suo ultimo titolo risaliva al 2019, quando trionfò proprio in quel di Doha.

ATP 250 Delray Beach, Norrie abbatte il gigante Opelka

Foto Instagram ATP Tour

ATP 250 Delray Beach – Il tie-break dà, il tie-break toglie: lo sa bene Reilly Opelka che, dopo il titolo ottenuto qualche giorno fa a Dallas a suon di mini-parziali decisivi, ieri in Florida ha perso in finale contro un ottimo Cameron Norrie: 7-6; 7-6 il punteggio in favore del britannico. Quello ottenuto sul cemento statunitense è il suo terzo sigillo ATP.

Personaggio top: Fabio Fognini, nulla da aggiungere a quanto già abbiamo detto. Solo applausi!
Personaggio flop: Tsitsipas. Il greco si è arreso in due set a Safiullin nei quarti di finale dell’ATP 250 di Marsiglia. Ancora una delusione dopo la finale persa a Rotterdam contro Auger-Aliassime.

WTA Dubai, Ostapenko ai livelli del 2017

Foto Instagram WTA

WTA Dubai – Negli Emirati Arabi è tornata a splendere la stella di Jelena Ostapenko. La lettone, che era reduce dalla semifinale a San Pietroburgo, ha estromesso Sofia Kenin, Iga Swiatek, Petra Kvitova e Simona Halep, battendo poi in finale Veronika Kudermetova. Un percorso da urlo che la proietta verso un 2022 ai vertici del circuito femminile. La quasi venticinquenne sembrerebbe essere tornata quella del 2017, anno in cui conquistò a Parigi il suo primo ed (al momento) unico Slam in carriera.

Gli azzurri, settimana positiva

È stata nel complesso una settimana positiva per il tennis italiano, soprattutto grazie all’impresa del duo Fognini-Bolelli e alla semifinale centrata da Berrettini sempre in Brasile, dove Sonego ha raggiunto invece gli ottavi. Ottavi anche per Travaglia e Seppi, rispettivamente a Marsiglia e Delray Beach. Eliminato al primo turno Thomas Fabbiano a Doha, torneo al quale ha dovuto rinunciare Musetti per uno stato influenzale.

Ranking ATP e WTA: la situazione aggiornata

Nessuno scossone nelle primissime posizioni del ranking ATP. Da registrare, come già anticipato, l’ingresso di Carlos Alcaraz in top-20. Il balzo più grande l’ha fatto Francisco Cerundolo (un altro di cui vi avevamo già parlato), salendo dalla posizione 100 alla 76 (+24). Anche nella classifica WTA nessun cambio importante. Paula Badosa (+1) è entrata in top-4, mentre Jelena Ostapenko (+8) si è portata in tredicesima piazza. Veronika Kudermetova (+8) è diventata la venticinquesima forza del tennis femminile.

Il programma settimanale

Nel corso di questa settimana tre tornei per il maschile: l’ATP 500 di Dubai, l’ATP 500 di Acapulco e l’ATP 250 di Santiago. Sul cemento degli Emirati Arabi presenti Jannik Sinner e Lorenzo Musetti; su quello messicano ci sono Matteo Berrettini e Lorenzo Sonego. Sulla terra battuta cilena, invece, Marco Cecchinato è l’unico rappresentante nostrano. Per quanto concerne il femminile due tornei sul cemento: il WTA di Doha (Jasmine Paolini subito fuori) e il WTA di Guadalajara, dove è impegnata Lucia Bronzetti, che ha superato brillantemente due turni di qualificazione.

Challenger: Vukic e Draper sugli scudi

Nei due tornei Challenger che si sono disputati la scorsa settimana, trionfi di Aleksandar Vukić e Jack Draper.

L’australiano, da oggi numero 118 al mondo, si è preso il titolo sul cemento di Bengaluru, in India, battendo Prajnesh Gunneswaran, Jay Clarke, Max Purcell, Borna Gojo e Dimitar Kuzmanov. Si tratta del suo primo titolo nel circuito cadetto. Il classe 2001 britannico ha ottenuto il successo nella quarta edizione stagionale del torneo di Forlì (cemento al coperto) sconfiggendo Mirza Basic, Quentin Halys, Evan Furness, Yosuke Watanuki e Tim Van Rijthoven. È la seconda vittoria nella competizione italiana per il giovane d’oltremanica. Da oggi è il numero 162 al mondo (+39, best ranking).

Il programma settimanale – Nel corso della settimana corrente due gli eventi: la quinta edizione del Challenger di Forlì e il Challenger di Pau (Francia), entrambi sul cemento indoor.

Gli italiani in campo a Forlì – Tabellone principale: Lorenzo Giustino, Stefano Napolitano, Franco Agamenone, Flavio Cobolli, Matteo Arnaldi, Salvatore Caruso, Andrea Pellegrino, Francesco Maestrelli, Andrea Arnaboldi, Gianmarco Ferrari.

ITF: Bonadio-Lavagno, doppietta azzurra!

Maschile – Doppietta azzurra nei Futures della scorsa settimana: Riccardo Bonadio ed Edoardo Lavagno hanno vinto rispettivamente ad Antalya (Turchia) e Punta Cana (Repubblica Dominicana), entrambi sulla terra battuta. Bonadio ha superato Martin Cuevas 6-3; 3-6; 7-5; Lavagno ha regolato Matyas Fuele 6-4; 6-3.

Gli altri vincitori – Alberto Barroso Campos,Monastir 6 (Tunisia, cemento); Jonathan Mridha, Naples (USA, terra battuta); Marvin Moeller, Oberhaching (Germania, cemento al coperto); Duck Hee Lee, Sharm ElSheikh (Egitto, cemento); Dane Sweeny, Canberra 2 (Australia, cemento); Keegan Smith, Cancun 2 (Messico, cemento); Alastair Gray, Glasgow (Regno Unito, cemento al coperto);

Femminile – Tutte le vincitrici – Linda Fruhvirtova, Cancun 2 (Messico, cemento); Punnin Kovapitukted, Gurugram (India, cemento); Mana Ayukawa, Monastir 3 (Tunisia, cemento); Hiromi Abe, Sharm ElSheikh (Egitto, cemento); Yafan Wang, Antalya (Turchia, terra battuta); Asia Muhammad, Canberra 2 (Australia, cemento); Sonay Kartal, Glasgow (Regno Unito, cemento al coperto); Moyuka Uchijima, Porto 2 (Portogallo, cemento al coperto); Greetje Minnen, Altenkirchen (Germania; cemento al coperto).

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!
Share.

Leave A Reply