US Open: Kyrgios, tra sputi e multe salate arriva al terzo turno

0

Verrebbe da dire, il solito Nick Kyrgios va in scena allo US Open. L’australiano, che comunque sta giocando un ottimo tennis, è stato protagonista di un episodio spiacevole nella partita di secondo turno con Benjamin Bonzi. Il numero 25 del mondo ha iniziato a sputare ed insultare il proprio angolo: il tutto gli è valsa una multa salata.

Di nuovo il vecchio Nick?

Abbiamo elogiato più volte il nuovo Kyrgios: tennis a livelli stellari e un comportamento che piano piano migliorava. In questa edizione dello US Open, però, sembra aver fatto un passo indietro. Nella partita di secondo turno vinta in quattro difficili set con il francese Bonzi, Nick è stato protagonista di alcuni episodi spiacevoli.

Sul 44 del terzo set perde il servizio e inizia, come suo solito, ad insultare il proprio angolo, sputando in quella direzione.

Vattene a casa se non mi tifi, fratello. Non sei un f*****o spettatore”.

L’episodio è costato all’australiano una multa di $11.000 dollari per lo sputo e per aver detto oscenità e diversi commenti negativi apparsi su Twitter.

Nk è giusto un poveraccio. Di solito, dico di dare alle persone sempre una possibilità in più per migliorarsi, ma con lui non ci sono speranze. Il suo team appoggia continuamente le sue scenate! Mele dello stesso albero”.

Kyrgios non è cattivo. Pronuncia e conosce la parola spectators come spit takers. È un bene per lo sport perché rispetta le sue origini di lingue mescolate. Supportiamo le minorità linguistiche”.

Ha sputato ad una fan a Wimbledon e nessuno l’ha fatto sapere. È matto. Non solo non viene allontanato per quello che fa, ma viene esaltato come il tennista da vedere”.

>>> Dove vedere lo US Open 2022 in diretta TV e streaming

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Share.

Leave A Reply