Nardi vola: terzo sigillo stagionale per il gioiello italiano

0

Nella serata di ieri, poco dopo il successo che è valso a Matteo Berrettini i quarti dello US Open, è arrivata un’altra bellissima notizia per l’Italtennis: Luca Nardi ha trionfato al Challenger di Maiorca, mettendo in bacheca il suo terzo titolo stagionale.

Nardi in trionfo a Mallorca

È uno dei giovani più promettenti, e sta di certo rispettando le attese. Nardi – secondo molti il più talentuoso dei Next Gen dietro Sinner e Musetti – sta continuando il suo processo di ascesa a ritmo costante, e a suon di belle soddisfazioni. Ieri Luca ha aggiunto un altro tassello importante, sul cemento di Maiorca, dove in finale ha superato in tre set Zizou Bergs, classe ’99 belga numero 145 al mondo.

La finale in sintesi

Non è stata una partita semplice, visto che Bergs ha dimostrato di valere molto di più della sua classifica attuale. Nardi ha dovuto ricorrere a tutte le sue risorse per riuscire a spuntarla. Ecco come è andata la finale del Challenger di Maiorca.

Il belga è partito subito forte strappando il servizio all’azzurro nel game d’apertura e in seguito ha conservato il vantaggio fino al 5-4, quando si è presentato a servire per il primo atto. A quel punto, però, dopo aver annullato due set point, Nardi è riuscito a rientrare nel parziale sfruttando l’unica palla break concessagli dall’avversario. Successivamente, il pesarese ha effettuato il controsorpasso ed ha avuto addirittura un’opportunità di chiudere la faccenda sul 7-5. Non avendola colta, il verdetto è stato affidato al tiebreak. Qui Nardi ha avuto la meglio con un netto 7-2.

Al rientro in campo è arrivata la reazione di Bergs, il quale ha rimesso la situazione in parità con un 6-3 maturato in virtù di un break nel quarto game. Nel terzo set, infine, c’è stata grande battaglia con due palle break non concretizzate a testa (Nardi sesto game, Bergs undicesimo game). Alla fine, il classe 2003 nostrano ha piazzato la zampata cruciale chiudendo la finale in risposta al primo ed unico match point. 7-6; 3-6; 7-5 il punteggio al termine dell’incontro, durato più di tre ore.

Precedentemente, Nardi aveva eliminato Jesper De Jong, Altug Celikbilek, il redivivo Jerzy Janowicz e Alexandar Lazarov. Un cammino insidioso e impervio, che lo ha costretto quattro volte su cinque a ricorrere al parziale decisivo. Ma è anche da questo che passa il percorso di crescita. A proposito di crescita, diamo un’occhiata a quanto vale la vittoria in terra iberica in termini di classifica.

Ranking Live, Nardi in top-150

Come sappiamo, quando sono in corso gli Slam l’aggiornamento della classifica Atp viene momentaneamente sospeso. Tuttavia, il ranking live ci dice che, grazie al successo a Maiorca, per la prima volta in carriera Luca Nardi si è portato virtualmente in top-150, attestandosi alla posizione 142.

>>> Le dieci migliori racchette da padel del 2022, marca per marca

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Share.

Leave A Reply