Morte della regina Elisabetta, le reazioni dei vertici del tennis

0

La morte della regina Elisabetta ha creato sgomento in tutto il mondo. Non poteva che essere altrimenti visto il lungo regno e la notorietà avuta per così tanti anni. Ecco quali sono state le reazioni dei vertici del tennis.

La reazione dell’All England Club e della LTA

Come ci si poteva aspettare, i tributi più importanti sono arrivati dall’All England Club (ente organizzatore del torneo di Wimbledon) e dalla LTA (Lawn Tennis Association).

A nome di tutto l’All England Club desideriamo porgere le nostre più sentite e sincere condoglianze ai membri della famiglia reale per la triste scomparsa di sua altezza la regina.

Sua altezza ha dedicato tutta la sua vita al servizio del Regno Unito e del Commonwealth, impegni che ha affrontato con grande dignità, fierezza ed eleganza per più di 70 anni.

Come nostra precedente patrona per 64 anni, le visite di sua altezza nel 1957, 1962, 1977 e 2010 sono stati momenti speciali nella storia del Club e sono state contrassegnate dall’entusiasmo e dall’affetto del pubblico, dei giocatori e dei colleghi.

Particolarmente memorabile è stata la sua partecipazione nel 1977, quando sua altezza è apparsa ai Championships in occasione del giubileo d’argento. Accompagnata per l’occasione da sua altezza il duca di Edimburgo, sua altezza consegnò il premio della finale femminile alla britannica Virginia Wade.

Sua altezza visitò i Championships nel 2010, quando incontrò giocatori del presente e del passato come Andy Murray, Serena Williams e Venus Williams, Roger Federer, Martina Navratilova e Billie Jean King, così come tutti gli ufficiali di gara, i raccattapalle e i giocatori dell’edizione junior.

In occasione di questo tristissimo momento, vorremmo fare un tributo a sua altezza per il grande impegno per la Gran Bretagna, il Commonwealth, l’All England Club e i Championships come patrona e riconoscere la sua incredibile eredità come regnante più longeva della Gran Bretagna” (All England Club).

A nome della LTA e di tutta la comunità del tennis in Gran Bretagna vorrei fare un tributo a sua altezza la regina. Sua altezza ha dedicato la sua vita al servizio pubblico per più di 70 anni. È stata ammirata in tutto il mondo e rispettata da chiunque per il supporto a molte associazioni benefiche e di volontariato. Si è riuscita a ritagliare un po’ di tempo per venire ad inaugurare il nostro centro a Roehampton e a conoscere i nostri giocatori nel 2007. La sua assenza peserà su tutto il regno e sul Commonwealth” (Scott Lloyd, Chief Executive LTA).

La reazione degli organi internazionali

Anche Atp, Wta e ITF hanno voluto dedicare alcune righe per celebrare la morte della regina.

“Siamo molto tristi per la notizia della scomparsa della regina Elisabetta. Siamo grati del suo contributo verso il tennis. I nostri pensieri e il nostro supporto ai membri della famiglia reale” (Atp e Wta).

A nome di tutta la famiglia ITF, è con grande tristezza che porgiamo le nostre più sentite condoglianze alla famiglia reale e condividiamo il dolore di tutti i cittadini britannici e del Commonwealth.

Durante tutta la vita, la regina ha sempre dimostrato forza, determinazione e grande etica del lavoro, che sono stati da esempio per tutti. Il suo supporto alle buone cause e la sua eredità per le future generazioni sono immisurabili” (ITF).

>> I dieci migliori grip per le vostre racchette

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Share.

Leave A Reply