Australian Open: Sinner soffre, lotta e vince. Ora big match agli ottavi

0

Era favorito, ma non si prospettava una missione semplice. E infatti Jannik Sinner ha dovuto lottare parecchio per superare Marton Fucsovics al terzo turno dell’Australian Open 2023. Ce l’ha fatta grazie ad una strepitosa rimonta che gli ha visto recuperare due set di svantaggio.

Sinner batte Fucsovics 4-6, 4-6, 6-1, 6-2, 6-0

jannik sinner australian open

Foto Twitter FITP

Ha impiegato più di tre ore e mezza (3 h e 36 minuti) il nostro Jannik per superare l’ostacolo Fucsovics al terzo turno dell’Australian Open 2023: 4-6, 4-6, 6-1, 6-2, 6-0 il risultato al termine della battaglia. Ecco come è andata in sintesi.

La partita

Fasi inziali travagliate per Sinner. L’azzurro ha aperto il primo game del match con un doppio fallo e l’ha chiuso con un grossolano errore di dritto; il che, sommato ad un ottimo Fucsovics in risposta, si è tradotto in break immediato a marca ungherese.

Successivamente Jannik ha reagito, riuscendo subito a centrare il controbreak nell’unica opportunità concessagli dall’avversario. Poi ha effettuato il sorpasso tenendo il servizio ai vantaggi. Stessa cosa ha fatto Fucsovics nel gioco seguente e si è giunti sul punteggio di 2-2.

“Hot shot” (2°game)

 

Nel quinto game, invece, l’altoatesino si è reso protagonista di un vero e proprio harakiri che, di fatto, gli è costato il primo parziale: tre gratuiti di dritto ed uno di rovescio hanno consegnato il break del 3-2 a un Fucsovics in versione muro. Break decisivo, visto che poi il magiaro non ha concesso più nulla e si è preso la frazione inaugurale con un 6-4.

Alla ripresa stesso copione, con Fucsovics che ha strappato la battuta all’azzurro nel terzo game e con l’azzurro che in seguito ha riagganciato l’ungherese sul 3-3. Cruciale si è rivelato il nono gioco, quello in cui il numero 78 al mondo ha piazzato la zampata del 5-4 – alla prime di tre palle break consecutive – complici tre errori gratuiti (2 rovesci e 1 dritto) del tennista nostrano. Zampata che in seguito gli ha consentito di portarsi sul 2-0 chiudendo comodamente al servizio: 6-4.

Poi nella testa di Sinner è scattato qualcosa: Jannik è tornato in campo con un atteggiamento completamente diverso, che l’ha portato pian piano a macinare l’ungherese. Due i break di fila realizzati (in apertura) dal nativo di San Candido che, nonostante la strenua resistenza di Fucsovics, ha accorciato le distanze conquistando il terzo atto con un 6-1.

Ritrovato il suo tennis e dimezzato lo svantaggio, Sinner è letteralmente salito in cattedra. Mentre Fucsovics, pur continuando a lottare, non è riuscito ad incidere come in precedenza ed ha finito poi per disunirsi. Tra quarto e quinto set, l’ungherese ha racimolato soltanto due game, peraltro i primi due del quarto.

Il match point

Dopo un inizio disastroso, eccellente la prestazione di Sinner dal terzo set in avanti. Soprattutto nell’ultimo atto, con tutta l’inerzia dalla propria parte, Jannik ha sempre comandato il gioco, sfoderando anche qualche perla che finirà nelle parade della competizione. Ora big match!

Australian Open, Sinner ai quarti contro Tsitsipas

Tsitsipas vince contro Musetti in cinque set al Roland Garros

Foto Twitter Roland Garros

Abbattuto il muro Fucsovics, agli ottavi Sinner affronterà – come previsto – Stefanos Tsitsipas, numero quattro al mondo e terza testa di serie del torneo. Il greco, dopo aver eliminato rispettivamente al primo e al secondo turno Quentin Halys e Rinky Hijikata, si è guadagnato la sfida con l’azzurro battendo nella notte Tallon Griekspoor per 6-2, 7-6(5), 6-3.

>> Dove vedere l’Australian Open 2023 in TV e streaming

>> I dieci migliori grip per le vostre racchette

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Share.

Leave A Reply