spot_img
spot_img

Nadal Tennis Academy fucina di talenti: cinque nomi per il futuro e due protagonisti del circuito
N

Oggi vogliamo fare un viaggio all’interno della Rafael Nadal Tennis Academy. L’accademia di tennis, creata nel 2016 dallo spagnolo e gestita dallo zio Toni negli anni, è diventata una vera e propria fucina di talenti. Ecco i nomi di cinque promesse per il futuro e di due protagonisti del circuito maggiore.

Yaroslav Demin

Vincitore del Roland Garros Junior in doppio nel 2023 e finalista a Wimbledon, ha raggiunto la vetta del ranking ITF Juniores. In stagione ha preso parte a tornei Challenger e ITF, ma ancora deve fare il grande salto nel circuito maggiore.

Daniel Rincon

Vincitore dello US Open 2021 Junior e dell’Orange Bowl, arriva alla Rafa Nadal Academy nel 2019. Già debuttante nel circuito Atp (perde all’Atp500 di Barcellona e all’Atp250 di Ginevra al primo turno dopo aver superato le qualificazioni), ha vinto un titolo di doppio (Challenger) ad aprile e due ITF.

Abedallah Shelbayh

La più grande promessa del tennis giordano della storia. In aprile raggiunge la prima finale Challenger in carriera battendo Jason Kubler (numero 79 del mondo). Dopo le due uscite di scena all’esordio all’Atp250 di Doha e al masters1000 di Madrid, vince la prima partita della carriera all’Atp250 di Banja Luka (contro Elias Ymer). Si tratta della prima vittoria Atp di un giocatore giordano. Ad ottobre è arrivato anche il primo successo Challenger e si avvicina la top200 mondiale.

Martin Landaluce

Vincitore dello US Open Junior nel 2022 e numero 1 del ranking ITF Juniores a febbraio, ha fatto il debutto nel circuito Atp al masters1000 di Madrid, uscendo di scena contro Richard Gasquet. In stagione ha partecipato soprattutto a tornei ITF.

Alexandra Eala

Vincitrice dello US Open 2022 Junior e di altri major in doppio nelle categorie giovanili, è sicuramente la punta di diamante delle Filippine. Ai Giochi Asiatici ha vinto due medaglie di bronzo in questa stagione (singolare e doppio). Nel circuito ITF è un rullo compressore, ma nel passaggio in Wta sta faticando più del previsto (da segnalare una buona prestazione al Wta250 di Monastir). Si muove tra top100 e top200.

Jaume Munar

Arriviamo ora ai nomi di maggior peso. Lo spagnolo è stato capace di spingersi fino alla posizione numero 52 del ranking nel 2019 e a raggiungere una finale a livello Atp a Marbella nel 2021 (Atp250). Nel 2023 è riuscito a raggiungere addirittura i quarti di finale al masters1000 di Madrid.

Casper Ruud

Il norvegese è sicuramente la punta di diamante dell’Academy. Ha raggiunto la posizione numero 2 del mondo nel 2022 ed ha giocato ben tre finali slam (Roland Garros 2022 e 2023 e US Open 2022). Il 2023 non è stato il suo anno, ma si mantiene stabilmente in top10.

Articoli correlati

spot_img