spot_img
spot_img

Roland Garros, per l’Italtennis appuntamento con la storia: in campo Paolini, Bolelli e Vavassori
R

Oggi potrebbe essere una giornata storica per il tennis italiano al Roland Garros, dopo le emozioni vissute le scorse ore per Jannik Sinner in vetta al ranking Atp. Jasmine Paolini, Simone Bolelli e Andrea Vavassori scenderanno in campo per guadagnarsi un posto in finale nelle rispettive categorie.

Il programma di oggi

I primi a scendere in campo saranno, a partire dalle 12 sul Simonne Mathieu, Bolelli e Vavassori. I due azzurri sfideranno la coppia con la testa di serie numero 2 formata da Matthew Ebden e Rohan Bopanna. Si tratta della rivincita della finale dell’Australian Open 2024 e del secondo turno degli Internazionali d’Italia (un successo a testa). Due coppie forti, con molta esperienza e con la superficie che potrebbe far pendere l’ago della bilancia in favore dei nostri portacolori.

Sul Philippe Chatrier, campo centrale del Roland Garros, andranno in scena entrambe le semifinali femminili (gli uomini oggi riposeranno).

Iga Swiatek se la vedrà per la dodicesima volta in carriera con l’americana Coco Gauff, già sicura di centrare il best ranking al numero 2 del mondo al termine della competizione. I precedenti vedono la polacca avanti per 10 a 1 (unica vittoria di Gauff al Wta1000 di Cincinnati nel 2023). Tra le vittorie della Swiatek spicca sicuramente il successo in finale al Roland Garros 2022. Da notare, inoltre, come gli unici due set vinti dall’americana siano stati nell’unico successo. La partita non inizierà prima delle ore 15.

A seguire, sullo stesso campo, Paolini disputerà la prima semifinale slam della propria carriera. Dall’altro lato della rete quella Mirra Andreeva che si prepara a dominare il circuito negli anni a venire (17 anni compiuti a fine aprile).

Si tratta di una partita inedita a questo livello, visto che per entrambe si tratta del miglior risultato in carriera. Jasmine ai quarti di finale ha avuto la meglio di Elena Rybakina in una battaglia di tre set. Stesso epilogo per Mirra, che ha approfittato di alcuni problemi fisici (mal di stomaco) di Aryna Sabalenka al terzo set per far sua la sfida e giocarsi oggi l’accesso in finale.

L’unico precedente, proprio nel giorno del compleanno della Andreeva, è andato in scena quest’anno al Wta1000 di Madrid. Ad avere la meglio, in due combattuti set, la russa.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!

Articoli correlati

spot_img