Parigi-Bercy, guida completa all’ultimo Masters 1000 del 2019. Tutto ciò che c’è da sapere

0

Sta per cominciare Parigi-Bercy, l’ultimo mille della stagione. Non un mille qualsiasi visto il periodo dell’anno in cui si svolge.

Per alcuni campioni il Rolex Paris Masters non sarà certo il torneo più ambito, ma per altri assumerà un passaggio fondamentale visto che metterà in palio gli ultimi punti a disposizione per poter disputare le prestigiose Atp Finals di Londra. E uno di quei campioni che dovrà lottare per entrare nel torneo londinse è proprio il nostro Matteo Berrettini, che insieme a Alexander Zverev dovrà racimolare punti per mantenere il settimo e ottavo posto che occupano ad oggi. I primi sei sono già stati assegnati matematicamente da Nadal, Djokovic, Medvedev, Federer, Thiem e Tsitsipas.

Il 1000 francese si giocherà nel sobborgo parigino XII arrondissement, da lunedì 28 ottobre a domenica 3 novembre. Nonostante la rinuncia all’ultimo momento di Roger Federer, i presupposti per pensare ad agguerriti combattimenti sul campo ci sono tutti. E perché no, magari si può sperare anche in qualche sorpresa azzurra visto il momento positivo del nostro tennis.

Sarà curioso osservare l’inerzia del russo Daniil Medvedev, che dopo una pausa di qualche giorno è pronto per tornare a sorprendere con il suo gioco straordinario, provando a raggiungere la settima finale consecutiva (sarebbe la quarta di un master 1000). Mentre i Big Three cercheranno di ruggire ancora, perché è chiaro che la loro fase di gioco è tutt’altro che in declino. Ci sono tuttavia ancora dubbi sulla partecipazione di Nadal e Federer. Il neo sposo spagnolo manca dalla Laver Cup per l’infortunio al polso, anche se la recente esibizione con in Kazakistan contro Djokovic fa ben sperare. Federer, invece, dovrebbe decidere solo poche ore prima dell’inizio del torneo.

Il sorteggio e gli incroci dei Big Three

Partiamo dal numero 1 Djokovic (anche se ancora per poco visto che dal 4 novembre cederà il trono a Nadal), Nole debutterà contro Dusan Lajovic o Richard Gasquet. Andando avanti potrebbe incontrare l’argentino Diego Schwartzman agli ottavi e Stefanos Tsitsipas per eventuali quarti tutti da gustare.

Nella parte bassa torna a giocare Rafael Nadal, assente dalla Laver Cup. Nadal, che non ha mai vinto Bercy, potrebbe debuttare con Adrian Mannarino, per poi incrociare Stan Wawrinka agli ottavi. Ai quarti il maiorchino potrebbe imbattersi (si spera) con il nostro Matteo Berrettini, atteso invece da Tsonga o Rublev.

Infine un’attenzione particolare al grande protagonista della seconda parte di stagione, Daniil Medvedev. Affronterà al secondo turno il vincitore tra Guido Pella ed un qualificato. Mentre il possibile terzo turno lo potrebbe giocare con John Isner, prima di incrociare Dominic Thiem ai quarti di finale.

Quali sono i possibili quarti di finale?

Tabellone alla mano, se tutte le teste di serie dovessero andare avanti, ci troveremmo di fronte a quarti del genere:

Djokovic – Tsitsipas

Medvedev – Thiem

A.Zverev – Federer

Berrettini – Nadal

Calendario del torneo 

Si giocherà su due sessioni: quella giornaliera a partire dalle 11 del mattino; quella serale dalle 19.30. La finale si giocherà sul campo Centrale, un’arena che può contenere circa 20mila spettatori. 

Lunedì 28: primo turno

Martedì 29: primo e secondo turno

Mercoledì 30: secondo turno

Giovedì 31: ottavi di finale

Venerdì 1: quarti di finale

Sabato 2: semifinali alle 14 e alle 16.30

Domenica 3: finale alle 15

Chi ha vinto più edizioni?

Novak Djokovic è il giocatore ad aver vinto più titoli a Bercy. Il serbo ne ha vinti quattro: nel 2009, 2013, 2014 e 2015. E se Roger Federer ne ha vinto solo uno nel 2011, Rafa Nadal, che di Parigi è il re indiscusso del Roland Garros, non ne ha mai vinto alcuno.

Dove vedere in tv le partite di Parigi-Bercy

I diritti sono di Sky Sport, che a partire da lunedì 28 dedicherà (fino a giovedì) due canali per le dirette. In streaming si potrà dunque vedere tramite Now tv e ovviamente sul portale dell’Atp, ovvero Tennistv.com.

Forse non sai che…

L’impianto in cui si disputa il torneo è l’AccorHotels Arena e non è pensato solo per il tennis. Precedentemente era conosciuto come Palais Omnisport de Paris-Bercy (1984-2014) e Bercy Arena (2015). Di fatto si tratta di un impianto polifunzionale coperto nel quale, oltre al Master Series di Parigi-Bercy, trovano appunto spazio anche gare di basket, concerti, incontri di pugilato ed altro. La capacità massima varia da 7.000 a 20300 persone a seconda dell’evento previsto. Per il tennis la capienza massima è di 15.500 persone, un numero che lo porta a posizionarsi al quinto posto della classifica degli stadi di tennis più capienti, dopo New York, Londra, Indian Wells e Rotterdam.

A quanto ammonta il montepremi?

Complessivamente il montepremi è di 5,207,000 euro e il vincitore si porterà a casa un assegno di quasi un milione di euro.

Share.

Leave A Reply