lunedì, aprile 6

Atp Auckland, Sinner cede a Paire (ma con rimpianti)

0

Esordio molto difficile ad Aucklad per Jannick Sinner, costretto a cedere il passo al numero 24 del mondo Benoit Paire in tre set 6-4 2-6 6-4, dopo quasi due ore di gioco. Già la durata del match la dice lunga su come il francese non abbia per nulla avuto vita facile.

C’era attesa di capire lo stato di forma del nostro campioncino, soprattutto in vista degli imminenti Australian Open. E di fronte a un avversario di tutto rispetto, sono arrivati segnali molto positivi. Sinner ha giocato un tennis molto buono, anche migliore del francese a nostro giudizio, sfoggiando spesso i suoi meravigliosi affondi. Soprattutto ha dimostrato di essere cresciuto nella risposta.

Tutti ingredienti che gli hanno permesso di restare in corsa per l’intero match. E a dirla tutto ci sono anche alcuni rimpianti da sottolineare, come il nastro preso sulla palla break dell’utlimo set che ha permesso al francese di mantenere il servizio con un facile passante. 

Nel primo set, si diceva, Sinner parte male perdendo quasi subito il servizio: 6 4 per il francese. Ma poi l’altotesino si sblocca, e inizia a sfoggiare il suo miglior tennis: domina il secondo set per 6-2 strappando il servizio all’avversario per ben tre volte. Complice anche qualche errore di troppo da parte di Paire, ma i meriti principali sono di Sinner.

Purtroppo, però, il break in apertura di Paire all’inizio del terzo set complica un pochino le cose per Sinner, il quale prova a spingere per recuperare, anche scendendo a rete. Ma il francese è in uno stato di ritrovata fiducia e trova dei passanti impeccabili.

Sul quinto game, Sinner serve praticamente un game perfetto: combinazioni di servizio-dritto sensazionali, affondi perfetti; e nel sesto arrivano anche due palle break per lui. Paire riesce però a disinnescarle, mantenendo il vantaggio. Sul 5-3 Sinner allunga di poco il match annullando questa volta lui due palle break (che equivalgono a due match point). Ma nel game successivo Paire non cede il servizio e chiude i giochi portandosi sul 6-4.

È stata comunque una partita vera, equilibrata, nella quale Sinner è stato in corsa (contro un quasi top 20) e dove sono arrivate indicazioni molto positive, soprattutto in vista degli Australian Open. E il fatto che si parli di alcuni rimpianti vuol dire che alla fine per l’altotesino è stato comunque un test positivo.

Da sottolineare anche l’uscita dall’Atp di Auckland di Lorenzo Sonego, che in nottata ha ceduto per 7-5 6-3 al polacco Hubert Hurkacz numero 34 del rannking, in poco più di un’ora e tre quarti di gioco.

Share.

Leave A Reply