Il 2020 e l’esplosione dello “zar triste” Rublev. Federer aveva previsto tutto

0

Roger Federer alla fine della scorsa stagione aveva fatto la sua previsione su chi sarebbe stato la sorpresa del 2020. Lo svizzero era stato l’unico a credere in Andrej Rublev e a pensare che il 2020 sarebbe stato proprio il suo anno.

Arrivati a Parigi-Bercy e con solo le Atp Finals da giocare, è il momento di tirare le fila di una stagione che potrebbe essere unica nella storia: l’inizio di stagione incerto in Australia, poi il Coronavirus e tutte le ripercussioni sul circuito. Un giocatore che non si è fatto distrarre da tutto ciò è stato sicuramente Andrej Rublev che ha giocato il miglior tennis della vita in questa stagione travagliata.

Il russo ha collezionato cinque titoli, oltre ai quarti di finale al Roland Garros e agli US Open. Il tutto gli è valso il primo ingresso in top10, dopo essere partito ad inizio anno fuori i top20.

La previsione del maestro svizzero

In pochi, probabilmente nemmeno il diretto interessato, avrebbero pensato ad un exploit così repentino di Andrej Rublev. Tra questi, però, spicca una figura mitologica, Roger Federer. Dopo la sconfitta a Cincinnati, la più rapida della carriera, lo svizzero deve aver notato qualcosa in quel ragazzo russo dalle movenze regali e con un velo di tristezza negli occhi anche nei giorni che più gli sorridono.

A fine anno Roger ha fatto proprio il nome di Rublev come possibile sorpresa dell’anno. Anche questa volta lo svizzero non si è sbagliato.

La reazione dello zar triste

In una recente videoconferenza con i fan, il russo ha ammesso lo stupore e la felicità di sentire quelle parole da parte di una leggenda come Roger Federer.

Beh, certamente è straordinario sentire una cosa del genere da una leggenda come lui, ma come ho detto all’inizio non tutto è solo e unicamente merito mio. Tutti i giovani del circuito sono fortissimi. Tutti si allenano al massimo per ottenere grandi risultati, tutti hanno fatto una grande stagione ed hanno ottenuti incredibili risultati.

Ho visto il video per la prima volta quando ero a Doha, non ricordo se dopo la finale vinta o prima della partita. So solo una cosa, mi ha fatto incredibilmente piacere. Non so perché abbia scelto me malgrado ci siano giocatori come Shapovalov, Khachanov, Aliassime e De Minaur che erano tutti in posizione migliore della mia e mi avevano battuto durante la stagione. Così avevo pensato che non sarei mai riuscito a mantenere le sue aspettative”.

Federer l’aveva detto, il 2020 è l’anno di Rublev (VIDEO)

Le 10 migliori racchette da tennis per cominciare (per bambini, ragazzi e adulti)

 

Share.

Leave A Reply