Martina Hingis, la regina di transizione che ha vissuto due carriere

0

Martina Hingis ha compiuto 41 anni.  La regina degli anni di transizione da Steffi Graf alle sorelle Williams.

Un successo che arriva presto, forse troppo. A 16 è già campionessa di Wimbledon (più giovane della storia) e, grazie al successo, diventa la più giovane di sempre a diventare numero 1 del mondo.

Vince, in singolare, un totale di 43 titoli Wta e ben 5 prove del grande slam in appena due anni. Sfiora per due volte il Career Grand Slam, perdendo nel ’97 al Roland Garros con Iva Majoli (complice una caduta da cavallo prima del torneo) e nel ’99 con Steffi Graf (questa volta per un cedimento nervoso).

Le luci della ribalta arrivate così presto, gli infortuni e lo stress mentale fanno prendere una decisione clamorosa: nel 2003 arriva il primo ritiro. Tornerà nel 2005, per poi fermarsi di nuovo nel 2007, ma i risultati sono ben diversi.

Nel 2013 entra nella hall of fame e decide di ricominciare a giocare, ma solo in doppio. Da lì, la sua storia cambia. Campionessa incontrastata di questa disciplina per 4 anni: 13 tornei del grande slam (ottenuti anche prima del ritiro), 64 titoli Wta e 7 slam in doppio misto.

Nelle due specialità riesce a ottenere quello che il Roland Garros le aveva tolto in singolare e vince almeno una volta in tutti i tornei del grande slam. Nel 2017 ha deciso di appendere definitivamente la racchetta al chiodo. Tanti auguri Martina, campionessa tra luci ed ombre.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!
Share.

Leave A Reply