Rivoluzione padel, ecco la novità che cambia tutto (con vista sulle Olimpiadi)

0

Nei giorni si è ufficializzata una vera e propria rivoluzione nel mondo del padel: ecco cosa c’è di nuovo. La FIP (Federazione Internazionale Padel) ha comunicato l’ingresso di un nuovo socio, Qatar Sports Investments (QSI), e delle novità sui tornei.

Le novità nel padel

La FIP ha annunciato delle novità incredibili nel mondo del padel. Il tour mondiale sarà totalmente controllato dallo stesso organo e sarà l’unico ad essere riconosciuto. È già arrivato il benestare da parte dell’associazione dei giocatori professionisti.

Il tour mondiale sarà costituito da dieci tappe in giro per il mondo (nel 2022 e 2023), a cui si aggiungeranno quattro major (un po’ come gli slam del tennis). Il primo si svolgerà a marzo. I luoghi degli eventi, in ogni caso, ancora non sono stati comunicati. A partire dalla stagione 2024, i tornei diventeranno 25 in tutto il mondo.

L’obiettivo della FIP è quello di regolarizzare tutto il padel e di puntare ad entrare tra gli sport olimpici per Los Angeles 2028.

È intervenuto sulla vicenda Luigi Carraro, presidente della FIP.

Oggi è un giorno storico per il padel. Per la prima volta sarà regolarizzato e professionalizzato a livello mondiale. Infine, il nostro sport avrà la libertà di poter forgiare il proprio destino. Sotto la guida della FIP, faremo evolvere il padel in tutti gli angoli del mondo e a tutti i livelli: dai giovani fino ai professionisti. Oggi è un giorno storico anche per i giocatori e le federazioni nazionali, che avranno il diritto di occupare un posto privilegiato in questo sviluppo.

Non potremo chiedere di meglio, poi, sul poter contare su un socio strategico come QSI. Non ci poteva essere un momento più straordinario per tutto il movimento”.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!
Share.

Leave A Reply