Tennis Classics: la penultima semifinale all-American a Cincinnati tra Agassi e Roddick

0

Correva l’anno 2004, la carriera di Andre Agassi stava volgendo al termine, quella di Andy Roddick (dodici anni più giovane di lui) era nel pieno della sua esplosione. Nessuno in quel momento poteva sospettare che quello che stava per andare in scena quel 7 agosto a Cincinnati, fino ad allora la normalità, si sarebbe verificato solo un’altra volta negli ultimi quindici anni: una semifinale tutta americana in un Masters 1000.

Specialmente sul cemento americano, appunto, era la normalità. Eppure dopo quella semifinale tra Agassi e Roddick, solo lo stesso Roddick e Fish si giocarono, ancora a Cincinnati, la finale nel 2010.

Che partita incredibile che ebbe l’opportunità di godersi il pubblico dell’Ohio in quel 2004. Due ore e sei minuti dopo le quali a prevalere fu il veterano Andre (7-5, 6-7, 7-6) per giungere alla terza e ultima finale della sua carriera a Cincinnati (che vincerà contro Lleyton Hewitt.

Un esito tutt’altro che scontato, dato che Andy era campione uscente ed anche meglio piazzato di Agassi in carriera. Ma uno dei migliori ribattitori della storia del gioco sapeva come fronteggiare il devastante servizio dell’avversario, tanto da portare a casa, nonostante i 30 ace di Roddick, la quinta vittoria in sei confronti diretti tra i due.

Share.

Leave A Reply