martedì, Ottobre 27

Alexander Zverev, sintomi del Coronavirus o semplici scuse?

0

Dopo la sconfitta di ieri contro il nostro Jannik Sinner, Alexander Zverev ha confessato di aver accusato sintomi del Coronavirus. Realtà o delle semplici scuse per la netta sconfitta?

Alexander Zverev ha dichiarato, dopo gli ottavi di finale del Roland Garros 2020, di aver giocato con febbre, tosse e diversi altri sintomi del Coronavirus. Il tedesco non ha contattato nessun membro della squadra medica a disposizione degli atleti, motivo di grande preoccupazione per tutta l’organizzazione del torneo e per tutti gli individui venuti a contatto con lui.

Le due versioni dei fatti

La pessima figura del tedesco è continuata in conferenza stampa dove, alla domanda del giornalista statunitense Ben Rothenberg del New York Times sulla data dell’ultimo tampone, ha replicato: “Non risponderò alle tue domande dopo quello che hai scritto su di me in questi ultimi mesi”.

Gli organizzatori del torneo hanno reagito alle parole fuori luogo del tennista, riportando la propria versione dei fatti in una dichiarazione ufficiale:

Il giocatore è risultato negativo al Coronavirus il 29 settembre e non ha informato nessun membro dello staff medico del torneo dei suoi sintomi. Gli abbiamo consigliato di fare nuove prove questa domenica”.

L’episodio ha dell’incredibile in una situazione come quella in cui ci troviamo in questo periodo. Se è vero che Zverev abbia contratto il virus, potrebbe aver contagiato diversi atleti, rischiando di compromettere il resto della stagione. Se, al contrario e come noi tutti ci auguriamo, il tedesco abbia cercato di trovare una scusa alla netta sconfitta, siamo “solo” alle prese con una pessima figura da parte del tedesco.

Di una sola cosa siamo per ora sicuri: Zverev verrà ricordato più per questo episodio che per l’anonimo Roland Garros.

Le 10 migliori racchette da tennis nel 2020. Per tutti i livelli e le età

Share.

Leave A Reply