Caos wild card, Tennis Australia Open senza pace. Purcell si scaglia contro Lleyton Hewitt

0

L’Australian Open è tornato nel caos per l’assegnazione delle wildcard. Il finalista del tabellone di doppio, Max Purcell (insieme ad altri giocatori) si è scagliato contro Lleyton Hewitt e Tennis Australia.

L’affaire wildcard

Il sistema delle wildcard ha regalato un successo insperato nel tabellone di doppio a Nick Kyrgios e Thanasi Kokkinakis. I due, senza una classifica degna di nota, sono riusciti a sbarazzarsi dell’agguerrita concorrenza battendo in finale i connazionali Matthew Ebden e Max Purcell. I 5K, inoltre, sulla propria strada hanno eliminato le teste di serie numero 15, 6, 3 e 1.

È stato proprio il sistema di assegnazione della wildcard, in entrambi i tabelloni, a destare qualche perplessità in alcuni giocatori aussie. Tennis Australia, dal canto suo, ha rivelato che il proprio obiettivo sia quello di favorire i giocatori che possono entrare in top100, in teoria. Nella pratica, però, c’è un po’ più di mistero intorno alle scelte.

La voce dei giocatori, infatti, non è tardata ad arrivare.

Non c’è chiarezza per noi giocatori”. “Quali sono i requisiti per avere le wildcard?”. “Giocatori che non hanno titoli e risultati hanno le wildcard, altri che ce li hanno non le ricevono”.

Max Purcell, finalista in doppio, ma eliminato al secondo turno di qualificazione in singolare, si è scagliato direttamente con Lleyton Hewitt per non aver ricevuto una wildcard.

Credo che non abbia le p***e per dirmi in faccia il motivo per cui non ho avuto una wildcard”.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!
Share.

Leave A Reply