Australian Open, Djokovic spazza via De Minaur prima in campo e poi fuori
A

Al quarto turno dell’Australian Open 2023 abbiamo avuto la versione migliore di Novak Djokovic dell’intero torneo. Accantonati per un attimo i problemi alla gamba, il serbo ha spazzato via Alex De Minaur con il risultato di 62 61 62.

I problemi fuori dal campo

Sul centrale della Rod Laver Arena non c’è stata partita: Djokovic ha concesso appena cinque giochi all’idolo di casa De Minaur prima di approdare ai quarti di finale dell’Australian Open 2023.

Al termine della sfida un comportamento completamente opposto dei due tennisti: il serbo ha voluto rimarcare la mancanza di rapporto con l’australiano dopo le critiche della scorsa stagione, mentre Alex ha voluto rendere omaggio all’impresa di Nole.

Djokovic, infatti, ha ammesso che il suo rapporto fuori dal campo con De Minaur si è concluso dopo le critiche che quest’ultimo ha elargito per l’affaire legato al suo status vaccinale nell’estate australiana del 2022.

Non ho nessun tipo di rapporto con Alex fuori dal campo. Lo rispetto come rivale e collega, così come faccio con chiunque altro nel circuito. Non ho nessun problema a contattarlo e congratularmi con lui se devo farlo. Non ho, però, nessun altro tipo di comunicazione o relazione. Ha mostrato a tutti cosa pensa di me l’anno scorso”.

Dal canto suo, l’australiano nella conferenza stampa post-partita ha regalato parole di ammirazione per il nove volte campione dell’Australian Open, prima di una frecciatina sul possibile infortunio.

Ad essere onesto, non credo di aver mai giocato contro qualcuno capace di esprimere un livello così alto.

Penso che Nole abbia disputato un match fantastico, ai limiti della perfezione. Se continua a giocare in questo modo, non vedo chi possa strappargli il titolo. Mi ha pressato dal primo all’ultimo minuto, non sono mai riuscito ad ottenere punti gratis sul mio servizio ed è diventato tutto troppo complicato.

Si è mosso in maniera incredibile e tutti i suoi colpi erano profondissimi. Mi ha reso impossibile eseguire il mio piano di gioco, che consisteva nel provare ad essere aggressivo per togliergli il tempo. Ci sono stati diversi momenti in cui non sapevo più cosa fare.

Ditemi voi se vi sembrava infortunato. A me ha dato la sensazione di essere in perfetta forma. È da due settimane che si parla della sua gamba sinistra, ma il suo livello di gioco è impressionante”.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo del tennis, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram, registrati al nostro canale Telegram o iscriviti a Manic Monday, la newsletter settimanale di Tennis Fever. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Articoli correlati

spot_img