sabato, Ottobre 24

Roland Garros 2020 al via: la guida completa

0

Domani 27 settembre partirà finalmente il Roland Garros 2020. Andiamo a scoprire insieme il programma della prima giornata, gli italiani in campo, alcune quote interessanti e le polemiche nate prima dell’inizio della competizione più importante su terra rossa.

Le polemiche

La prima grande novità, in un torneo dominato dalle novità, è che dopo molti anni le palline non saranno più fornite dalla Babolat (azienda francese). La Wilson è stata incaricata di occuparsi della fornitura delle nuove soprattutto per una sua caratteristica. Viste le condizioni atmosferiche a cui si andrà incontro, le Wilson hanno il “privilegio” di assorbire meno umidità e di consumarsi più difficilmente.

A livello di durata è sicuramente una caratteristica positiva, ma non ci sono solo benefici. Le palline sono infatti adatte a scambi lunghi e sono molto più lente rispetto alle precedenti della Babolat. Su questo si è espresso Dominic Thiem, uno dei finalisti delle ultime due edizioni e che vedeva nella Babolat un aiuto al suo tipo di gioco, basato sulla spinta:

Le Babolat sono le mie preferite, sono veloci e controllabili, perfette per il mio gioco come per quello di Rafa. Le nuove palline saranno molto più lente. Sicuramente cambieranno un po’ il risultato”.

Anche Nadal, dopo averle provate, non ha speso parole al miele per le nuove Wilson:

Non le considero buone per giocare sulla terra. Gli organizzatori dovranno stare attenti nei prossimi due anni, soprattutto per la salute dei giocatori: le palline super pesanti sono pericolose per i gomiti e le spalle dei tennisti”.

Il campione spagnolo ha continuato, commentando anche la “nascita” dei riflettori per le partite in notturna (mai disputate nello slam francese):

È una situazione veramente strana. Le condizioni qui sono molto dure. Il tempo è rigido e questo è una difficoltà per tutti. Forse sono addirittura proibitive per giocare un torneo”.

Il programma

Malgrado tutto il malcontento generato dalle condizioni atmosferiche e dalle nuove palline, domani si va in campo e si inizia subito con un programma con diverse partite interessanti.

Una di queste è sicuramente il derby argentino tra specialisti della terra rossa, Delbonis contro Londero. Il match sembra poter essere molto equilibrato, con Londero chiamato a migliorare gli scarsi risultati a Roma e ad Amburgo.

Molta attesa per la sorpresa degli Internazionali BNL d’Italia, quel Koepfer in grado di togliere un set al futuro campione del torneo, Novak Djokovic. Parte sicuramente favorito contro il francese Hoang, ma mai dare per sconfitti i francesi nel torneo di casa.

Diego Schwartzman, grande finalista a Roma, torna in campo a Parigi in una partita tutt’altro che semplice. Ha di fronte l’ostico Kecmanovic che proverà a rovinargli la festa.

L’incontro più affascinante sarà quello tra i due campioni slam Stan Wawrinka e Andy Murray impegnati nel quarto match sul Philippe Chatrier. Ci saranno sicuramente colpi spettacolari e grande agonismo in una partita che sa tanto di nostalgia per tempi ormai quasi del tutto andati.

Gli italiani

Saranno cinque gli italiani in campo nella prima giornata del Roland Garros 2020.

Sinner farà il suo esordio a Parigi in grande stile, sul centrale Philippe Chatrier affronta David Goffin. Come al solito il tabellone non ha fatto sconti al giovane altoatesino che ha nel belga un avversario molto duro da battere.

Più soft l’esordio di Seppi con lo statunitense Korda, sicuramente non un terraiolo.

Travaglia affronterà Andujar in un match che si preannuncia una battaglia. I giocatori sono molto simili ed entrambi hanno nella terra la propria superficie preferita. Non è difficile immaginare un epilogo al quinto set.

Cecchinato, uscito dalle qualificazioni, riparte da un avversario difficile per provare a tornare a sognare a Parigi dopo la semifinale di due anni fa. L’australiano De Minaur potrebbe però essere troppo per lui, malgrado non si giochi sulla superficie a lui più congeniale.

Lorenzo Giustino è il secondo italiano ad essere passato al tabellone principale dalle qualificazioni e gioca il suo primo turno contro Moutet, sorpresa della scorsa stagione. Il sorteggio sembra proibitivo tanto per la bravura dell’avversario francese tanto per il fattore casa.

Dove vedere il Roland Garros 2020

Il Roland Garros 2020 sarà trasmesso sui canali di EuroSport (210 e 211 di Sky) e in streaming sulle piattaforme SkyGo, Dazn ed EuroSport Player.

Le quote

Come sempre all’inizio dei tornei del grande slam, ci sono molte proposte interessanti per scommettere. Vediamone alcune insieme.

Risalta subito la quota 2.70 per Andreas Seppi, che se la vedrà con il ventenne Korda. I due si trovano a quasi 150 posizioni di differenza in classifica e, malgrado il nativo di Bolzano sia in evidente calo, pensiamo che l’esperienza a livello slam possa premiarlo.

Può sembrare una proposta azzardata, ma Benchetrit-Isner potrebbe nascondere delle insidie. L’americano non ha ancora giocato sulla terra e il francese non ha nulla da perdere. Le palline più lente non favoriranno di certo i giocatori che fanno della velocità e del servizio il proprio punto di forza ed Isner fa sicuramente parte di questa categoria. Per gli animi coraggiosi la proposta francese a 4 potrebbe valere la pena, mentre per i più prudenti è ottimo Benchetrit vince un set a 1.49.

Derby argentino tra Delbonis e Londero. Il primo parte favorito viste le difficoltà di Juan Ignácio nei tornei precedenti, ma l’anno scorso quest’ultimo a Parigi si era esaltato. Londero vincente è quotato 2.33, mentre 4 (la nostra scelta) o 5 set sono pagati rispettivamente a 2.70 e 3.15.

Potrebbe infine essere una buona quota quella di Kwon Soonwoo (1.67) contro un Benoit Paire pessimo nel post lockdown e positivo al Coronavirus dal torneo di Amburgo.

(Quote Betaland)



Le 10 migliori racchette da tennis nel 2020. Per tutti i livelli e le età

Share.

Leave A Reply