Sinner macchina da tennis… e da soldi. Quanto vale il golden boy italiano

0

Il fatto che la Rai, dopo anni di disinteresse (che purtroppo si sono tradotti in incompetenza diffusa) abbia deciso di punto in bianco di trasmettere la finale di Sofia di Jannik Sinner contro Vasek Pospisil ha reso molto chiara una cosa: al di là dei meriti sportivi, dell’eccezionalità delle sue potenzialità tennistiche, il 19enne altoatesino è già un grandissimo catalizzatore commerciale.

Jannik fa già gola ai grandi brand. Secondo una proiezione della Gazzetta dello Sport Sinner, a 19 anni, vale già due milioni di euro in sponsorizzazioni. Ma al di là delle cifre, è appurato che nel corso del 2020 l’interesse sul ragazzo sia cresciuto vertiginosamente ed finanche scontato prevedere che crescerà ancora, dopo quanto successo a Sofia.

Il primo marchio a credere in lui è stata la Head, che nella prima parte della scorsa stagione non solo lo forniva di racchette, ma lo vestiva anche. Poi per l’outfit è subentrata Nike, l’azienda dell’Oregon che ci vede sempre un po’ più lungo degli altri: Jannik firma un contratto pluriennale il 23 maggio 2019, dopo gli Internazionali d’Italia a Roma, dove, ancora minorenne, vince contro il top-60 Johnson e perde (ma non sfigura) contro Tsitsipas.

Da allora è stato un crescendo, specialmente dopo il trionfo alle Next Gen Atp Finals di un anno fa. E’ in quei giorni che Sinner si fa conoscere al grande pubblico (ricordiamo l’ospitata televisiva a Che tempo che fa), e alla porta bussano nuovi sponsor.

Proprio a fine 2019 Jannik firma con un’azienda icona del made in Italy come Lavazza; a febbraio 2020 invece diventa global ambassador della Rolex. Seguono Parmigiano Reggiano e Alfa Romeo e, durante il lockdown, viene annunciata la nuova partnership con la Technogym, leader mondiale nella produzione di attrezzi per lo sport.

>> Leggi anche: Sinner, dalle ragazze al Milan passando per le emozioni del campo

Ora – sempre secondo la Gazzetta – si vocifera che Sinner potrebbe diventare il nuovo testimonial della Barilla, Oggi quel posto è di Roger Federer, ma mai dire mai. Ah, per inciso: in appena due stagioni da professionista Jannik ha già raggiunto un montepremi in tornei di 1,15 milioni.

Share.

Leave A Reply